Le reti di relazioni familiari hanno un ruolo rilevante nel sostegno e nell'inclusione sociale degli individui, in particolare degli individui e dei gruppi sociali più vulnerabili. Il capitolo esplora quali siano le caratteristiche principali delle reti di sostegno economico e di cura di un gruppo particolarmente vulnerabile della popolazione italiana, ovvero gli anziani poveri. In particolare viene analizzato quale sia l'impatto della povertà sulle reti sociali degli anziani e se questo impatto varia a seconda del genere degli indiviui. Infine, considerando il contesto europeo, viene analizzato l'impatto della povertà sulle reti informali di aiuto degli anziani nei diversi regimi di welfare. Quello che emerge è che in Italia le reti di sostegno informale degli anziani poveri sono in grado di veicolare aiuti in quantità simili, se non superiori, a quelle dei loro coetanei. Quando però si consideri la struttura delle reti di sostegno dei poveri emergono tutte le loro fragilità: esse sono estremamente concentrate all'interno della famiglia e, in particolare, sulla relazione di scambio con i figli. Inoltre se si considera la dimensione di scambio delle reti sociali emerge che la povertà provoca un aumento nel rischio di isolamento all'interno di queste reti. La comparazione con altri paesi mostra anche che i poveri dell'Europa mediterranea non sono meno a rischio di esclusione sociale degli anziani poveri dell'Europa continentale e scandinava.

Le reti di sostegno economico e di cura degli anziani poveri. Il caso italiano e uno sguardo all’Europa

ALBERTINI, MARCO
2007

Abstract

Le reti di relazioni familiari hanno un ruolo rilevante nel sostegno e nell'inclusione sociale degli individui, in particolare degli individui e dei gruppi sociali più vulnerabili. Il capitolo esplora quali siano le caratteristiche principali delle reti di sostegno economico e di cura di un gruppo particolarmente vulnerabile della popolazione italiana, ovvero gli anziani poveri. In particolare viene analizzato quale sia l'impatto della povertà sulle reti sociali degli anziani e se questo impatto varia a seconda del genere degli indiviui. Infine, considerando il contesto europeo, viene analizzato l'impatto della povertà sulle reti informali di aiuto degli anziani nei diversi regimi di welfare. Quello che emerge è che in Italia le reti di sostegno informale degli anziani poveri sono in grado di veicolare aiuti in quantità simili, se non superiori, a quelle dei loro coetanei. Quando però si consideri la struttura delle reti di sostegno dei poveri emergono tutte le loro fragilità: esse sono estremamente concentrate all'interno della famiglia e, in particolare, sulla relazione di scambio con i figli. Inoltre se si considera la dimensione di scambio delle reti sociali emerge che la povertà provoca un aumento nel rischio di isolamento all'interno di queste reti. La comparazione con altri paesi mostra anche che i poveri dell'Europa mediterranea non sono meno a rischio di esclusione sociale degli anziani poveri dell'Europa continentale e scandinava.
Povertà e benessere. Una geografia delle disuguaglianze in Italia.
351
376
Albertini M.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/72192
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact