Riedizione dell’atlante di città dell’abate Domenico Federici (Fano, 1633-1720), fondatore della Biblioteca civica di Fano, che ne conserva l’unica copia esistente, e ambasciatore imperiale a Venezia. Raccolta di un centinaio di piante e vedute urbane del XVII e XVIII secolo di località militarmente strategiche per gli equilibri politici europei del periodo postwestfaliano. L’opera è composta dalla riproduzione di novanta carte, la loro catalogazione scientifica, corredata di una introduzione dedicata al personaggio che fu collezionista di libri, spregiudicato diplomatico, spia e alchimista.

Il 'Theatrum Civitatum' di Domenico Federici

Mangani G.
2018

Abstract

Riedizione dell’atlante di città dell’abate Domenico Federici (Fano, 1633-1720), fondatore della Biblioteca civica di Fano, che ne conserva l’unica copia esistente, e ambasciatore imperiale a Venezia. Raccolta di un centinaio di piante e vedute urbane del XVII e XVIII secolo di località militarmente strategiche per gli equilibri politici europei del periodo postwestfaliano. L’opera è composta dalla riproduzione di novanta carte, la loro catalogazione scientifica, corredata di una introduzione dedicata al personaggio che fu collezionista di libri, spregiudicato diplomatico, spia e alchimista.
220
9788876638787
Mangani G.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/719948
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact