Oltre la "muta eloquenza"