Silent protest e prosumerismo sportivo in rete, tra impegno civile e brandizzazione digitale