Dal primo sussidiario illustrato, pubblicato da Comenio nel 1658, agli album di figurine, la scuola e i media si sono interrogati sull'utilizzo delle immagini in campo educativo. Abbecedari illustrati, cartelloni, tavolieri per i giochi, figure e figurine sono accomunati da una più o meno esplicita intenzionalità didattica, cioè dal voler comunicare informazioni e contenuti culturali, stimolare e facilitare l'apprendimento di conoscenze nei più diversi campi. Il volume analizza i passaggi fondamentali, le teorie e le pratiche, di questo ambito fra i più significativi della ricerca e della cultura pedagogica nell'età moderna.

Abbecedari e figurine. Educare con le immagini da Comenio ai Pokémon

Farné Roberto
2019

Abstract

Dal primo sussidiario illustrato, pubblicato da Comenio nel 1658, agli album di figurine, la scuola e i media si sono interrogati sull'utilizzo delle immagini in campo educativo. Abbecedari illustrati, cartelloni, tavolieri per i giochi, figure e figurine sono accomunati da una più o meno esplicita intenzionalità didattica, cioè dal voler comunicare informazioni e contenuti culturali, stimolare e facilitare l'apprendimento di conoscenze nei più diversi campi. Il volume analizza i passaggi fondamentali, le teorie e le pratiche, di questo ambito fra i più significativi della ricerca e della cultura pedagogica nell'età moderna.
230
978-88-211-1353-6
Farné Roberto
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/714883
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact