Il progetto I.S.A. 2, acronimo di “Intervento sperimentale per la depurazione e il riuso delle acque reflue del depuratore della città di Ravenna per la salvaguardia delle zone umide (Piallassa) del Parco del Delta del Po” è il risultato dell’ampliamento, in termini di estensione superficiale, del precedente progetto I.S.A. 1, già oggetto di ricerca da parte dell’Università degli Studi di Bologna (Casalicchio e Salmoiraghi, 2004; Buscaroli et Al., 2005). Hanno partecipato alle indagini riguardanti il bilancio idrico del sistema e la quantificazione dei macro nutrienti disciolti nelle acque i dott. ri Riccardo Palmieri (Sc. Ambientali, Università di Bologna, sede di Ravenna) e Marco Fiammenghi (Sc. Naturali, Università di Bologna) nell’ambito della stesura delle rispettive tesi di laurea. 1.1 Progetto ISA 2 nel 2006 e 2007 Il progetto I.S.A. 2 rappresenta un sistema misto in cui tecniche irrigue e tecniche di fitodepurazione vengono combinate per conseguire finalità di sostenibilità ambientale (fertirrigazione fitodepurativa), quali: • miglioramento della qualità delle acque trattate nell’impianto di depurazione HERA, Ravenna Città e riversate, direttamente o indirettamente nella Piallassa della Baiona (considerata area sensibile ai sensi del art. 91 del D. Lgs. 152/06); • risparmio di acque per irrigazione; • risparmio di fertilizzanti; • produzione di biomasse utili per l’alimentazione o per la produzione di energia. Il sistema fitodepurante I.S.A. 2 costituisce quindi una fascia tampone in grado di tutelare il corpo idrico recettore (Piallassa Baiona, Sito di Importanza Comunitaria) annullando possibili occasionali sversamenti non sufficientemente trattati (Casalicchio e Salmoiraghi, 2004). In pratica, parte delle acque in uscita dal depuratore di Ravenna vengono derivate dal Canale Tomba e immesse in un sistema di canalette a serpentina in cui sono presenti specie vegetali acquatiche “fitodepuranti”, e da queste canalette sono drenate in un campo sperimentale in cui sono coltivate tre diverse tipologie colturali. La superficie interessata è di circa 26.000 m2, divisa in 12 appezzamenti, che corrispondono a 12 moduli di coltivazione separati da una serpentina continua a sezioni distinte Il sistema canalizzato completo, da A (ingresso) a U (uscita), la cui lunghezza è pari a 2400 m, è frazionabile in tre distinti tratti, ognuno adibito ad una coltivazione, grazie alla realizzazione di due pozzetti (B e C) nei quali si trovano paratoie in grado di regolare i battenti idrici delle canalette sottese. Le specie fitodepuranti utilizzate sono: Typha spp. (detta anche lisca), Phragmites spp. (cannuccia d’acqua o canna palustre) e una loro consociazione. Le specie vegetali coltivate nel 2006 sono state: mais (Zea mais), kenaf (Hybiscus cannabinus L.) e tre varietà di pioppo (Populus spp.) (Figura 1.1–1).

2008. Impianto ISA2: sistema di fitodepurazione fertirrigante. Bilancio idrico ed efficienza nell’abbattimento dei macro nutrienti. Intervento sperimentale per la depurazione e il riuso delle acque reflue del depuratore della città di Ravenna per la salvaguardia delle zone umide (Piallassa) del Parco del Delta del Po / Salmoiraghi G.. - STAMPA. - (2008).

2008. Impianto ISA2: sistema di fitodepurazione fertirrigante. Bilancio idrico ed efficienza nell’abbattimento dei macro nutrienti. Intervento sperimentale per la depurazione e il riuso delle acque reflue del depuratore della città di Ravenna per la salvaguardia delle zone umide (Piallassa) del Parco del Delta del Po.

SALMOIRAGHI, GIAN PAOLO
2008

Abstract

Il progetto I.S.A. 2, acronimo di “Intervento sperimentale per la depurazione e il riuso delle acque reflue del depuratore della città di Ravenna per la salvaguardia delle zone umide (Piallassa) del Parco del Delta del Po” è il risultato dell’ampliamento, in termini di estensione superficiale, del precedente progetto I.S.A. 1, già oggetto di ricerca da parte dell’Università degli Studi di Bologna (Casalicchio e Salmoiraghi, 2004; Buscaroli et Al., 2005). Hanno partecipato alle indagini riguardanti il bilancio idrico del sistema e la quantificazione dei macro nutrienti disciolti nelle acque i dott. ri Riccardo Palmieri (Sc. Ambientali, Università di Bologna, sede di Ravenna) e Marco Fiammenghi (Sc. Naturali, Università di Bologna) nell’ambito della stesura delle rispettive tesi di laurea. 1.1 Progetto ISA 2 nel 2006 e 2007 Il progetto I.S.A. 2 rappresenta un sistema misto in cui tecniche irrigue e tecniche di fitodepurazione vengono combinate per conseguire finalità di sostenibilità ambientale (fertirrigazione fitodepurativa), quali: • miglioramento della qualità delle acque trattate nell’impianto di depurazione HERA, Ravenna Città e riversate, direttamente o indirettamente nella Piallassa della Baiona (considerata area sensibile ai sensi del art. 91 del D. Lgs. 152/06); • risparmio di acque per irrigazione; • risparmio di fertilizzanti; • produzione di biomasse utili per l’alimentazione o per la produzione di energia. Il sistema fitodepurante I.S.A. 2 costituisce quindi una fascia tampone in grado di tutelare il corpo idrico recettore (Piallassa Baiona, Sito di Importanza Comunitaria) annullando possibili occasionali sversamenti non sufficientemente trattati (Casalicchio e Salmoiraghi, 2004). In pratica, parte delle acque in uscita dal depuratore di Ravenna vengono derivate dal Canale Tomba e immesse in un sistema di canalette a serpentina in cui sono presenti specie vegetali acquatiche “fitodepuranti”, e da queste canalette sono drenate in un campo sperimentale in cui sono coltivate tre diverse tipologie colturali. La superficie interessata è di circa 26.000 m2, divisa in 12 appezzamenti, che corrispondono a 12 moduli di coltivazione separati da una serpentina continua a sezioni distinte Il sistema canalizzato completo, da A (ingresso) a U (uscita), la cui lunghezza è pari a 2400 m, è frazionabile in tre distinti tratti, ognuno adibito ad una coltivazione, grazie alla realizzazione di due pozzetti (B e C) nei quali si trovano paratoie in grado di regolare i battenti idrici delle canalette sottese. Le specie fitodepuranti utilizzate sono: Typha spp. (detta anche lisca), Phragmites spp. (cannuccia d’acqua o canna palustre) e una loro consociazione. Le specie vegetali coltivate nel 2006 sono state: mais (Zea mais), kenaf (Hybiscus cannabinus L.) e tre varietà di pioppo (Populus spp.) (Figura 1.1–1).
2008
28
2008. Impianto ISA2: sistema di fitodepurazione fertirrigante. Bilancio idrico ed efficienza nell’abbattimento dei macro nutrienti. Intervento sperimentale per la depurazione e il riuso delle acque reflue del depuratore della città di Ravenna per la salvaguardia delle zone umide (Piallassa) del Parco del Delta del Po / Salmoiraghi G.. - STAMPA. - (2008).
Salmoiraghi G.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/71338
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact