L’articolo affronta una questione metodologica finora poco discussa all’interno degli studi di tipologia, ovvero come fare ricerca tipologica quando il fenomeno che ci si propone di studiare non fa parte della descrizione grammaticale tradizionale. La riflessione su questo tema nasce all’interno del progetto universaLIST, che mira a investigare le caratteristiche formali e funzionali delle ‘costruzioni a lista’ (Masini, Mauri & Pietrandrea 2018) nelle lingue del mondo. Il fenomeno ‘lista’ come qui inteso è, infatti, di difficile investigazione a livello tipologico, trattandosi di un concetto ‘non tradizionale’ e complesso, poiché trasversale rispetto ai tradizionali livelli di analisi. Nell’articolo proponiamo un metodo d’indagine multi-livello che affianca la ricerca tipologica classica basata sulle grammatiche esistenti con analisi più mirate basate su corpora di piccole e grandi dimensioni, consentendo così di massimizzare la possibilità di identificare pattern rilevanti e di individuare interessanti parallelismi tra lingue tipologicamente e genealogicamente distanti.

Come fare tipologia con categorie non tradizionali?

Francesca Masini
;
Simone Mattiola
2019

Abstract

L’articolo affronta una questione metodologica finora poco discussa all’interno degli studi di tipologia, ovvero come fare ricerca tipologica quando il fenomeno che ci si propone di studiare non fa parte della descrizione grammaticale tradizionale. La riflessione su questo tema nasce all’interno del progetto universaLIST, che mira a investigare le caratteristiche formali e funzionali delle ‘costruzioni a lista’ (Masini, Mauri & Pietrandrea 2018) nelle lingue del mondo. Il fenomeno ‘lista’ come qui inteso è, infatti, di difficile investigazione a livello tipologico, trattandosi di un concetto ‘non tradizionale’ e complesso, poiché trasversale rispetto ai tradizionali livelli di analisi. Nell’articolo proponiamo un metodo d’indagine multi-livello che affianca la ricerca tipologica classica basata sulle grammatiche esistenti con analisi più mirate basate su corpora di piccole e grandi dimensioni, consentendo così di massimizzare la possibilità di identificare pattern rilevanti e di individuare interessanti parallelismi tra lingue tipologicamente e genealogicamente distanti.
CLUB Working Papers in Linguistics 3
282
294
Francesca Masini, Simone Mattiola
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/712260
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact