“The changes are so profound that, from the perspective of human history, there has never been a time of greater promise or potential peril.” Con queste parole Klaus Schwab, fondatore e Chairman del Word Economic Forum, descrive l’epocale cambiamento che la quarta rivoluzione industriale, da cui Industria 4.0, promette al mondo dell’industria. Il termine Industrie 4.0 è stato originariamente introdotto nel 2011 durante l’Hannover Messe, una fiera internazionale sulle tecnologie industriali, ed è stato utilizzato dal Governo Federale Tedesco per lanciare un progetto di crescita industriale e tecnologica del Paese che ha coinvolto diversi stakeholder (imprese, istituti di credito, Ministero per gli Affari Economici e l’Energia e il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca) e ha garantito alla nazione un ruolo da protagonista in un processo di cambiamento che si sta estendendo alle principali economie industriali a livello mondiale. Comprendere la natura di questa trasformazione è vitale per non rimanere arretrati in una corsa che sta facendo evolvere in maniera radicale il modo di concepire l’impresa, ma la vera sfida è riuscire contemplare attentamente i potenziali rischi e delineare una prospettiva di crescita che consenta di superare le difficoltà che attendono le aziende e gli individui. In questo capitolo vengono analizzate le principali caratteristiche di Industria 4.0, discutendone opportunità e rischi indotti. In particolare, è esaminato l’impatto della quarta rivoluzione industriale sulle competenze professionali e sull’occupazione, riportando dati e tendenze rilevati in ricerche internazionali, con riferimento alla situazione italiana. Infine, viene introdotto il caso Emilia-Romagna come esempio di riferimento di una visione strategica d’insieme capace di coinvolgere vari stakeholder nel processo di innovazione, preservando le peculiarità del territorio.

Industria 4.0 e lavoro: Lo sviluppo di competenze per la trasformazione digitale

Tagliaventi MR
;
Cutolo D
2018

Abstract

“The changes are so profound that, from the perspective of human history, there has never been a time of greater promise or potential peril.” Con queste parole Klaus Schwab, fondatore e Chairman del Word Economic Forum, descrive l’epocale cambiamento che la quarta rivoluzione industriale, da cui Industria 4.0, promette al mondo dell’industria. Il termine Industrie 4.0 è stato originariamente introdotto nel 2011 durante l’Hannover Messe, una fiera internazionale sulle tecnologie industriali, ed è stato utilizzato dal Governo Federale Tedesco per lanciare un progetto di crescita industriale e tecnologica del Paese che ha coinvolto diversi stakeholder (imprese, istituti di credito, Ministero per gli Affari Economici e l’Energia e il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca) e ha garantito alla nazione un ruolo da protagonista in un processo di cambiamento che si sta estendendo alle principali economie industriali a livello mondiale. Comprendere la natura di questa trasformazione è vitale per non rimanere arretrati in una corsa che sta facendo evolvere in maniera radicale il modo di concepire l’impresa, ma la vera sfida è riuscire contemplare attentamente i potenziali rischi e delineare una prospettiva di crescita che consenta di superare le difficoltà che attendono le aziende e gli individui. In questo capitolo vengono analizzate le principali caratteristiche di Industria 4.0, discutendone opportunità e rischi indotti. In particolare, è esaminato l’impatto della quarta rivoluzione industriale sulle competenze professionali e sull’occupazione, riportando dati e tendenze rilevati in ricerche internazionali, con riferimento alla situazione italiana. Infine, viene introdotto il caso Emilia-Romagna come esempio di riferimento di una visione strategica d’insieme capace di coinvolgere vari stakeholder nel processo di innovazione, preservando le peculiarità del territorio.
CREAZIONE DI LAVORO NELLA STAGIONE DELLA QUARTA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. Il caso dell'Emilia-Romagna
67
90
Tagliaventi MR; Cutolo D
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/710712
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact