La mistica tra il secolo XIII e XIV costituisce lo spazio in cui una nuova figura di intellettuale si configura, in alternativa a quella che si riferisce alle istituzione e stabilendo un canone proprio. La nuova figura intellettuale elabora una figura divina originale, il Dio senza potere, l'Onnipotente nell'umiltà, in rapporto alla quale si costituisce l'autocoscienza umana che ha aperto la modernità. Il volume indaga anche sulla corrispondente qualità letteraria in rapporto a questa elaborazione intellettuale.

La mistica. Angela da Foligno e Raimondo Lullo

Santi Francesco
2016

Abstract

La mistica tra il secolo XIII e XIV costituisce lo spazio in cui una nuova figura di intellettuale si configura, in alternativa a quella che si riferisce alle istituzione e stabilendo un canone proprio. La nuova figura intellettuale elabora una figura divina originale, il Dio senza potere, l'Onnipotente nell'umiltà, in rapporto alla quale si costituisce l'autocoscienza umana che ha aperto la modernità. Il volume indaga anche sulla corrispondente qualità letteraria in rapporto a questa elaborazione intellettuale.
452
978-88-04-65791-0
Santi Francesco
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/708337
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact