Il contributo analizza la funzione del principio ne ultra petita nel processo internazionale. Oltre ad una introduzione generale, il contributo si divide in cinque parti. In primo luogo, il principio in questione viene illustrato nell'ambito del contenzioso interstatale, in particolare con riguardo al rapporto tra ne ultra petita e altri principi generali del processo, come iura novit curia e non liquet. In secondo luogo, si analizza l’applicazione di tali principi nell’arbitrato degli investimenti. La terza parte esamina come i principi menzionati si articolino nelle diverse fasi del processo, ossia nella fase delle misure cautelari, in quella delle obiezioni preliminari e in quella di annullamento, oltre che nella fase del merito. Nella quarta parte si illustra come la violazione dei principi ne ultra petita e ne infra petita possa ricadere in una o più delle cause di annullamento del lodo previste all’art. 52, par. 1, della Convenzione ICSID. Il contributo si conclude con alcune considerazioni di politica legislativa circa il ruolo dei principi in questione ai fini in generale di una equilibrata amministrazione della giustizia arbitrale, e, in particolare, in relazione ai limiti della competenza giurisdizionale di annullamento nel sistema ICSID.

Il principio ne ultra petita nel processo internazionale

Attila Tanzi
2019

Abstract

Il contributo analizza la funzione del principio ne ultra petita nel processo internazionale. Oltre ad una introduzione generale, il contributo si divide in cinque parti. In primo luogo, il principio in questione viene illustrato nell'ambito del contenzioso interstatale, in particolare con riguardo al rapporto tra ne ultra petita e altri principi generali del processo, come iura novit curia e non liquet. In secondo luogo, si analizza l’applicazione di tali principi nell’arbitrato degli investimenti. La terza parte esamina come i principi menzionati si articolino nelle diverse fasi del processo, ossia nella fase delle misure cautelari, in quella delle obiezioni preliminari e in quella di annullamento, oltre che nella fase del merito. Nella quarta parte si illustra come la violazione dei principi ne ultra petita e ne infra petita possa ricadere in una o più delle cause di annullamento del lodo previste all’art. 52, par. 1, della Convenzione ICSID. Il contributo si conclude con alcune considerazioni di politica legislativa circa il ruolo dei principi in questione ai fini in generale di una equilibrata amministrazione della giustizia arbitrale, e, in particolare, in relazione ai limiti della competenza giurisdizionale di annullamento nel sistema ICSID.
Liber Amicorum Angelo Davì. La vita giuridica internazionale nell’età della globalizzazione
2095
2125
Attila Tanzi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/706038
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact