Introduzione: La ridotta proiezione è il principale fattore di scarsa soddisfazione nella ricostruzione di areola e capezzolo. [1-2] Numerosi studi hanno infatti dimostrato che tutte le tecniche proposte sono gravate da una riduzione della proiezione dell’ordine del 60-75% a 6 mesi. [3] Pertanto alcuni Autori hanno proposto l’impianto di innesti ossei o cartilaginei per sostenere il capezzolo. La tecnica da noi proposta prevede l’iniezione di fillers nel neo-capezzolo per contrastare la riduzione della proiezione. Metodi: nel periodo 1999-2003, 70 pazienti sono state sottoposte a ricostruzione mammaria monolaterale (50) o bilaterale (20) dopo mastectomia, mediante impianto di protesi (67) o lembo addominale (3). I 90 complessi areola-capezzolo sono stati ricostruiti mediante innesto sottile di cute prelevata dall’inguine, sormontata al centro dall’innesto di un frammento prelevato dal piccolo labbro (neo-capezzolo). A distanza di 2 mesi, dopo completo attecchimento degli innesti, il neo-capezzolo è stato iniettato con fillers semipermanenti eseguendo una seconda iniezione dopo 3 mesi. Il volume iniettato è stato regolato in funzione della proiezione desiderata. Risultati: la proiezione del capezzolo, valutata dopo 6 mesi dall’impianto è apparsa pienamente soddisfacente in tutti i casi e paragonabile, nei casi monolaterale, a quella del capezzolo superstite. Non si sono verificate complicanze. Conclusioni: il metodo proposto appare estremamente semplice, di facile riproducibilità, sicuro, e consente di calibrare con precisione il grado di proiezione senza la necessità di prevedere in sede intraoperatoria l’entità del riassorbimento tissutale. Questo metodo consente, inoltre, di effettuare tutte le correzioni che nel tempo dovessero rendersi necessarie.

L'utilizzo dei fillers nella ricostruzione del capezzolo

PANETTIERE, PIETRO;
2004

Abstract

Introduzione: La ridotta proiezione è il principale fattore di scarsa soddisfazione nella ricostruzione di areola e capezzolo. [1-2] Numerosi studi hanno infatti dimostrato che tutte le tecniche proposte sono gravate da una riduzione della proiezione dell’ordine del 60-75% a 6 mesi. [3] Pertanto alcuni Autori hanno proposto l’impianto di innesti ossei o cartilaginei per sostenere il capezzolo. La tecnica da noi proposta prevede l’iniezione di fillers nel neo-capezzolo per contrastare la riduzione della proiezione. Metodi: nel periodo 1999-2003, 70 pazienti sono state sottoposte a ricostruzione mammaria monolaterale (50) o bilaterale (20) dopo mastectomia, mediante impianto di protesi (67) o lembo addominale (3). I 90 complessi areola-capezzolo sono stati ricostruiti mediante innesto sottile di cute prelevata dall’inguine, sormontata al centro dall’innesto di un frammento prelevato dal piccolo labbro (neo-capezzolo). A distanza di 2 mesi, dopo completo attecchimento degli innesti, il neo-capezzolo è stato iniettato con fillers semipermanenti eseguendo una seconda iniezione dopo 3 mesi. Il volume iniettato è stato regolato in funzione della proiezione desiderata. Risultati: la proiezione del capezzolo, valutata dopo 6 mesi dall’impianto è apparsa pienamente soddisfacente in tutti i casi e paragonabile, nei casi monolaterale, a quella del capezzolo superstite. Non si sono verificate complicanze. Conclusioni: il metodo proposto appare estremamente semplice, di facile riproducibilità, sicuro, e consente di calibrare con precisione il grado di proiezione senza la necessità di prevedere in sede intraoperatoria l’entità del riassorbimento tissutale. Questo metodo consente, inoltre, di effettuare tutte le correzioni che nel tempo dovessero rendersi necessarie.
Atti del 53° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
161
161
P. Panettiere; L. Marchetti; D. Accorsi; G.A. Del Gaudio
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/7022
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact