Il nuovo urbanesimo tra indifferenza e condivisione