Voci da un corteo. Il Sessantotto come spazio interiore