L’Ottocento è stato descritto come il secolo della scoperta della funzione materna della donna. La divisione netta tra pubblico e privato, sancita dal Codice napoleonico all’inizio del secolo, aveva contribuito a relegare la donna nell’ambito domestico, attribuendole unicamente il compito di cura della casa e della famiglia. Nel contesto post-unitario, del “fare gli italiani”, tuttavia, le donne italiane cominciarono a ritagliarsi ruoli che dal privato delle pareti domestiche andarono allargandosi al contesto più ampio dell’educazione delle nuove generazioni. II caso bolognese risulta allora esemplare.

Education as a Form of Emancipation: Women’s Experiences in 19th century Bologna

Elena Musiani
2018

Abstract

L’Ottocento è stato descritto come il secolo della scoperta della funzione materna della donna. La divisione netta tra pubblico e privato, sancita dal Codice napoleonico all’inizio del secolo, aveva contribuito a relegare la donna nell’ambito domestico, attribuendole unicamente il compito di cura della casa e della famiglia. Nel contesto post-unitario, del “fare gli italiani”, tuttavia, le donne italiane cominciarono a ritagliarsi ruoli che dal privato delle pareti domestiche andarono allargandosi al contesto più ampio dell’educazione delle nuove generazioni. II caso bolognese risulta allora esemplare.
Women’s Education in Southern Europe. Historical Perspectives (19th–20th centuries)
35
52
Elena Musiani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/677963
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact