Tra diritto comune, normativa locale e dottrina: lo status servile fino al Liber Paradisus