Costituita nel 2013, l’Associazione ATRIUM (Architecture of Totalitarian Regimes of the XX Century in Europe’s Urban Memory) nasce con l’intento di gestire l’omonima Rotta Culturale Europea. È ad essa che spetta il compito di connettere esperienze diversificate, seppur legate da uno stretto, “scomodo” e comune denominatore: l’essere state prodotte dai regimi totalitari del Novecento. A lavorare per l’Itinerario Culturale, riconosciuto dal Consiglio d’Europa l’11 aprile 2014, sono le associazioni dei vari Paesi nei quali esso si sviluppa; tra esse, Forlì ha il ruolo di promotore e principale attore. È infatti il suo ampio e articolato patrimonio razionalista ad averne fatto uno dei maggiori centri interessati dai mutamenti architettonici del Ventennio. Il presente contributo intende delineare funzione, ruolo e obiettivi di ATRIUM, a partire dall’illustrazione dei moventi alla base della costituzione della Rotta Culturale Europea. Focalizzando l’attenzione sulle attività che l’amministrazione forlivese sta promuovendo per il proprio patrimonio, il saggio si pone l’obiettivo di illustrare i contorni del percorso di valorizzazione pensato per l’architettura razionalista della città: fruizione, conoscenza, conservazione, innovazione e partecipazione sono gli elementi alla base del progetto.

ATRIUM: the cultural route and the heritage of Forlì

M. Pretelli
;
G. Favaretto
2018

Abstract

Costituita nel 2013, l’Associazione ATRIUM (Architecture of Totalitarian Regimes of the XX Century in Europe’s Urban Memory) nasce con l’intento di gestire l’omonima Rotta Culturale Europea. È ad essa che spetta il compito di connettere esperienze diversificate, seppur legate da uno stretto, “scomodo” e comune denominatore: l’essere state prodotte dai regimi totalitari del Novecento. A lavorare per l’Itinerario Culturale, riconosciuto dal Consiglio d’Europa l’11 aprile 2014, sono le associazioni dei vari Paesi nei quali esso si sviluppa; tra esse, Forlì ha il ruolo di promotore e principale attore. È infatti il suo ampio e articolato patrimonio razionalista ad averne fatto uno dei maggiori centri interessati dai mutamenti architettonici del Ventennio. Il presente contributo intende delineare funzione, ruolo e obiettivi di ATRIUM, a partire dall’illustrazione dei moventi alla base della costituzione della Rotta Culturale Europea. Focalizzando l’attenzione sulle attività che l’amministrazione forlivese sta promuovendo per il proprio patrimonio, il saggio si pone l’obiettivo di illustrare i contorni del percorso di valorizzazione pensato per l’architettura razionalista della città: fruizione, conoscenza, conservazione, innovazione e partecipazione sono gli elementi alla base del progetto.
China and Italy: routes of culture, valorisation and management
61
71
M. Pretelli; G. Favaretto
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/647384
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact