Il titolo di questo volume, “Per non perdere la strada…”, è anche il nome di un convegno che si è tenuto a Bologna il 10 marzo 2016 e che aveva come oggetto la valutazione e la restituzione degli esiti del Progetto Europeo Atoms, Action TO Make System (ottobre 2013-settembre 2015). “Per non perdere la strada…” si riferisce, indirettamente, al celeberrimo romanzo The catcher in the rye (letteralmente «Il raccoglitore nella segale», Il giovane Holden (trad. it), J. D. Salinger, 1952) e dal quale abbiamo ripreso nell’esergo un brano riferito proprio all’origine del titolo. Pur essendo discutibile la pratica di parafrasare didascalicamente le suggestioni letterarie, la figura di Holden Caulfield rappresenta l’archetipo dell’adolescente in cerca di se stesso, in conflitto con il mondo adulto e con la scuola ed è stata già ripresa, in chiave educativa, da Marco Lombardo Radice (nell’omonimo saggio raccolto nel volume Una concretissima utopia ) invitandoci a riflettere sul ruolo degli adulti “raccoglitori” di adolescenti che rischiano di cadere nell’insidioso percorso di costruzione della propria identità.

Introduzione / Tolomelli; Guerzoni. - STAMPA. - (2017), pp. 7-16.

Introduzione

Tolomelli;Guerzoni
2017

Abstract

Il titolo di questo volume, “Per non perdere la strada…”, è anche il nome di un convegno che si è tenuto a Bologna il 10 marzo 2016 e che aveva come oggetto la valutazione e la restituzione degli esiti del Progetto Europeo Atoms, Action TO Make System (ottobre 2013-settembre 2015). “Per non perdere la strada…” si riferisce, indirettamente, al celeberrimo romanzo The catcher in the rye (letteralmente «Il raccoglitore nella segale», Il giovane Holden (trad. it), J. D. Salinger, 1952) e dal quale abbiamo ripreso nell’esergo un brano riferito proprio all’origine del titolo. Pur essendo discutibile la pratica di parafrasare didascalicamente le suggestioni letterarie, la figura di Holden Caulfield rappresenta l’archetipo dell’adolescente in cerca di se stesso, in conflitto con il mondo adulto e con la scuola ed è stata già ripresa, in chiave educativa, da Marco Lombardo Radice (nell’omonimo saggio raccolto nel volume Una concretissima utopia ) invitandoci a riflettere sul ruolo degli adulti “raccoglitori” di adolescenti che rischiano di cadere nell’insidioso percorso di costruzione della propria identità.
2017
PER NON PERDERE LA STRADA. Progetto ATOMS. Fare rete tra teorie ed esperienze nel contrasto alla dispersione scolastica e formativa.
7
16
Introduzione / Tolomelli; Guerzoni. - STAMPA. - (2017), pp. 7-16.
Tolomelli; Guerzoni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/627070
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact