In precedenti lavori gli autori hanno presentato un sistema di misura distribuito per rilevare disturbi transitori e un metodo di localizzazione guasti basato su misure dell’istante di inizio del disturbo effettuate in punti strategici della rete di distribuzione. In seguito si è indagato sulle prestazioni della procedura sviluppata, prima simulando guasti e manovre su una rete Std. IEEE, poi introducendo condizioni di funzionamento reali del sistema elettrico e variando sistematicamente le condizioni di guasto. Per completare l’analisi del metodo proposto si deve valutare l’incertezza con cui viene stimata la posizione del punto di guasto. A tale scopo, ogni blocco della catena di misura corrispondente a un canale della stazione remota è stato caratterizzato metrologicamente e si sono valutati gli effetti delle sorgenti di incertezza sull’istante temporale registrato. L’incertezza sull’istante di tempo viene infine propagata attraverso l’algoritmo di localizzazione per ottenere l’incertezza combinata sulla posizione del punto di guasto.

Caratterizzazione metrologica di un sistema distribuito di misura per localizzare guasti in reti di distribuzione

PERETTO, LORENZO;SASDELLI, RENATO;SCALA, ELISA;TINARELLI, ROBERTO
2008

Abstract

In precedenti lavori gli autori hanno presentato un sistema di misura distribuito per rilevare disturbi transitori e un metodo di localizzazione guasti basato su misure dell’istante di inizio del disturbo effettuate in punti strategici della rete di distribuzione. In seguito si è indagato sulle prestazioni della procedura sviluppata, prima simulando guasti e manovre su una rete Std. IEEE, poi introducendo condizioni di funzionamento reali del sistema elettrico e variando sistematicamente le condizioni di guasto. Per completare l’analisi del metodo proposto si deve valutare l’incertezza con cui viene stimata la posizione del punto di guasto. A tale scopo, ogni blocco della catena di misura corrispondente a un canale della stazione remota è stato caratterizzato metrologicamente e si sono valutati gli effetti delle sorgenti di incertezza sull’istante temporale registrato. L’incertezza sull’istante di tempo viene infine propagata attraverso l’algoritmo di localizzazione per ottenere l’incertezza combinata sulla posizione del punto di guasto.
Atti del XXV Congresso Nazionale GMEE
241
242
L. Peretto; R. Sasdelli; E. Scala; R. Tinarelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/62547
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact