L'A. analizza la disciplina introdotta dall’art. 1, c. 49 della l. n. 76/2016 che sancisce la piena equiparazione tra coniuge e convivente ai fini del risarcimento del danno subito dal superstite in conseguenza del decesso dell’altro cagionato dal fatto illecito di un terzo. La disposizione viene esaminata nell'ambito del diritto giurisprudenziale formatosi precedentemente all'intervento del legislatore.

Commento all'art. 1, comma 49, l. 20 maggio 2016, n. 76

Carlotta Ippoliti Martini
2017

Abstract

L'A. analizza la disciplina introdotta dall’art. 1, c. 49 della l. n. 76/2016 che sancisce la piena equiparazione tra coniuge e convivente ai fini del risarcimento del danno subito dal superstite in conseguenza del decesso dell’altro cagionato dal fatto illecito di un terzo. La disposizione viene esaminata nell'ambito del diritto giurisprudenziale formatosi precedentemente all'intervento del legislatore.
2017
Codice dell'unione civile e delle convivenze
1323
1334
Carlotta Ippoliti Martini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/623474
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact