Il problema della rigenerazione degli spazi urbani, soprattutto di quelli non utilizzati, è diventata, in questo ultimo decennio, questione ineludibile e ampiamente dibattuta, fonte di controversie e contrapposizioni sociali. A Venezia tutto ciò avviene, in forma ufficiale, fino dall’approvazione della Legge Speciale, avvenuta nei primi anni settanta del secolo scorso, il cui primo articolo recitava: la salvaguardia di Venezia e della sua laguna è dichiarata problema di preminente interesse nazionale. Da allora non si contano gli articoli sulle isole e sul loro recupero. Particolarmente discusso fu un articolo di Vittorio Gregotti sul riuso delle trentaquattro isole messe a disposizione dal comune di Venezia nel 1984. Tra gli ultimi atti relativi ad una possibile nuova vita, datato dicembre del 2015, occorre citare il Programma di Valorizzazione del Forte di S. Andrea, redatto in attuazione delle previsioni di cui all’articolo 5, comma 5, del D.Lgs 28 maggio 2010, n. 85 in materia di trasferimento gratuito agli Enti territoriali della proprietà dei beni immobili appartenenti al patrimonio culturale statale, sulla base di specifici accordi di valorizzazione.

Una nuova vita per il Forte di Sant’Andrea a Venezia / ALESSANDRO MARATA. - STAMPA. - (2017), pp. 156-157.

Una nuova vita per il Forte di Sant’Andrea a Venezia

ALESSANDRO MARATA
2017

Abstract

Il problema della rigenerazione degli spazi urbani, soprattutto di quelli non utilizzati, è diventata, in questo ultimo decennio, questione ineludibile e ampiamente dibattuta, fonte di controversie e contrapposizioni sociali. A Venezia tutto ciò avviene, in forma ufficiale, fino dall’approvazione della Legge Speciale, avvenuta nei primi anni settanta del secolo scorso, il cui primo articolo recitava: la salvaguardia di Venezia e della sua laguna è dichiarata problema di preminente interesse nazionale. Da allora non si contano gli articoli sulle isole e sul loro recupero. Particolarmente discusso fu un articolo di Vittorio Gregotti sul riuso delle trentaquattro isole messe a disposizione dal comune di Venezia nel 1984. Tra gli ultimi atti relativi ad una possibile nuova vita, datato dicembre del 2015, occorre citare il Programma di Valorizzazione del Forte di S. Andrea, redatto in attuazione delle previsioni di cui all’articolo 5, comma 5, del D.Lgs 28 maggio 2010, n. 85 in materia di trasferimento gratuito agli Enti territoriali della proprietà dei beni immobili appartenenti al patrimonio culturale statale, sulla base di specifici accordi di valorizzazione.
2017
Military landscapes. Scenari per il futuro del patrimonio militare. Ediz. italiana e inglese
156
157
Una nuova vita per il Forte di Sant’Andrea a Venezia / ALESSANDRO MARATA. - STAMPA. - (2017), pp. 156-157.
ALESSANDRO MARATA
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/623393
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact