In questo articolo intendo esplorare, in chiave storica, la relazione fra diritti umani e antropologia. Si tratta di un rapporto complesso e contrastato e cercherò pertanto di gettare luce sulle ragioni delle convergenze e dei dissidi. Dopo aver tracciato la genealogia dei diritti umani, mi soffermerò sui decenni successivi alla seconda guerra mondiale in cui si sono succedute diverse stagioni dei diritti umani. L’approccio relativista e culturalista dell’antropologia americana del secondo dopo guerra fece sì che gli antropologi nutrissero non poche diffidenze nei confronti della nascente struttura dei diritti umani promossa dalle Nazioni Unite. Tuttavia, successivamente, in seno al movimento dell’Indigenismo, vi fu un evidente avvicinamento. Oggigiorno, però, emergono nuovi dubbi e nuove critiche da parte degli antropologi sul modo in cui i diritti umani vengono implementati. Guerre umanitarie, ingerenza umanitaria, esportazione della democrazia e imposizione dei diritti: queste nuove categorie dell’azione politica mostrano, infatti, come i diritti umani siano divenuti nella contemporaneità uno strumento ambiguo, che legittima sia le relazioni di dominio e coercizione sia l’opposizione a esse da parte dei gruppi oppressi.

Vexata quaestio. L'antropologia e i diritti umani / Jourdan L.. - STAMPA. - (2017), pp. 79-93.

Vexata quaestio. L'antropologia e i diritti umani.

Jourdan L.
2017

Abstract

In questo articolo intendo esplorare, in chiave storica, la relazione fra diritti umani e antropologia. Si tratta di un rapporto complesso e contrastato e cercherò pertanto di gettare luce sulle ragioni delle convergenze e dei dissidi. Dopo aver tracciato la genealogia dei diritti umani, mi soffermerò sui decenni successivi alla seconda guerra mondiale in cui si sono succedute diverse stagioni dei diritti umani. L’approccio relativista e culturalista dell’antropologia americana del secondo dopo guerra fece sì che gli antropologi nutrissero non poche diffidenze nei confronti della nascente struttura dei diritti umani promossa dalle Nazioni Unite. Tuttavia, successivamente, in seno al movimento dell’Indigenismo, vi fu un evidente avvicinamento. Oggigiorno, però, emergono nuovi dubbi e nuove critiche da parte degli antropologi sul modo in cui i diritti umani vengono implementati. Guerre umanitarie, ingerenza umanitaria, esportazione della democrazia e imposizione dei diritti: queste nuove categorie dell’azione politica mostrano, infatti, come i diritti umani siano divenuti nella contemporaneità uno strumento ambiguo, che legittima sia le relazioni di dominio e coercizione sia l’opposizione a esse da parte dei gruppi oppressi.
2017
Tra pratiche e credenze. Traiettorie antropologiche e storiche.
79
93
Vexata quaestio. L'antropologia e i diritti umani / Jourdan L.. - STAMPA. - (2017), pp. 79-93.
Jourdan L.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/623064
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact