I Convention Bureau (CB) sono reti più o meno formali di operatori pubblici e privati che collaborano allo scopo di organizzare l’offerta turistica di una destinazione, migliorare la sua visibilità e renderla più attrattiva, sì da incrementare il flusso di turisti verso quella determinata area e contribuire al suo sviluppo economico e sociale. Tuttavia, la loro gestione può essere molto complessa, perché un CB raggruppa soggetti diversi con obiettivi sia finanziari che sociali e deve rispondere, come ogni altra organizzazione, alle istanze di accountability provenienti dai vari stakeholders. Stante la citata complessità, il presente lavoro si domanda quali siano gli strumenti manageriali più idonei da utilizzare nel caso dei CB per poter orientare i comportamenti dei diversi attori coinvolti e monitorare gli obietti raggiunti. Da un punto di vista teorico, l’eterogeneità di partner e finalità del CB suggerisce l’adozione di un sistema di misurazione delle performance multidimensionale, mentre a livello empirico, grazie allo studio di un caso pratico, emerge una maggiore attenzione alle misure di efficienza interna ed economicità aziendale, rispetto al monitoraggio di clienti, partecipanti e partner coinvolti. Inoltre, non sembrano essere monitorati gli impatti sul patrimonio culturale, ambientale e sul benessere di una determinata località, che gli enti pubblici locali presumono di valorizzare grazie all’operato dei CB.

Governance e misurazione delle performance nelle reti turistiche: l’esperienza dei Convention Bureau

selena aureli;mara del baldo
2017

Abstract

I Convention Bureau (CB) sono reti più o meno formali di operatori pubblici e privati che collaborano allo scopo di organizzare l’offerta turistica di una destinazione, migliorare la sua visibilità e renderla più attrattiva, sì da incrementare il flusso di turisti verso quella determinata area e contribuire al suo sviluppo economico e sociale. Tuttavia, la loro gestione può essere molto complessa, perché un CB raggruppa soggetti diversi con obiettivi sia finanziari che sociali e deve rispondere, come ogni altra organizzazione, alle istanze di accountability provenienti dai vari stakeholders. Stante la citata complessità, il presente lavoro si domanda quali siano gli strumenti manageriali più idonei da utilizzare nel caso dei CB per poter orientare i comportamenti dei diversi attori coinvolti e monitorare gli obietti raggiunti. Da un punto di vista teorico, l’eterogeneità di partner e finalità del CB suggerisce l’adozione di un sistema di misurazione delle performance multidimensionale, mentre a livello empirico, grazie allo studio di un caso pratico, emerge una maggiore attenzione alle misure di efficienza interna ed economicità aziendale, rispetto al monitoraggio di clienti, partecipanti e partner coinvolti. Inoltre, non sembrano essere monitorati gli impatti sul patrimonio culturale, ambientale e sul benessere di una determinata località, che gli enti pubblici locali presumono di valorizzare grazie all’operato dei CB.
Le nuove frontiere del turismo. Tra performance, sostenibilità e forme di accoglienza
11
55
Selena, Aureli; mara del baldo,
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/620411
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact