Vivere di paesaggio, o l'impensato della ragione