Sismondi e la cultura storica del suo tempo