"Ragionevolezza elettorale" e discrezionalità del legislatore, tra eguaglianza del voto e art. 66 Cost.