“Diritto penale contemporaneo” è una rivista on line, ad accesso libero e senza fine di lucro, pubblicata a partire dal 1° novembre 2010 e quotidianamente aggiornata, che nasce dall'idea di creare uno spazio di discussione comune tra il mondo degli operatori del diritto penale - magistrati e avvocati - e quello dell'accademia, italiana e internazionale. A partire dal dicembre 2011, a questa rivista si affianca una Rivista trimestrale, parimenti on line e ad accesso gratuito, alla quale è possibile accedere direttamente dall’indirizzo www.penalecontemporaneo.it/rivista/, oppure cliccando sopra l’icona corrispondente nella home page www.penalecontemporaneo.it. Il progetto di “Diritto penale contemporaneo” è nato da un’iniziativa comune di Luca Santa Maria, che ha ideato e finanziato l’iniziativa, e di Francesco Viganò, che è stato sin dalle origini il direttore delle due riviste, nell’ambito di una partnership che ha coinvolto i docenti, ricercatori e giovani cultori della Sezione di Scienze penalistiche del Dipartimento "C. Beccaria" dell’Università degli Studi di Milano. Attualmente le due riviste sono edite dall’Associazione “Diritto penale contemporaneo”, il cui presidente è l’Avv. Santa Maria e il cui direttore scientifico è il Prof. Viganò. La direzione, la redazione e il comitato scientifico delle riviste coinvolgono oggi docenti e ricercatori di numerose altre università italiane e straniere, nonché autorevoli magistrati ed esponenti del foro. Tutte le collaborazioni organizzative ed editoriali sono a titolo gratuito e agli autori non sono imposti costi di elaborazione e pubblicazione. Il comitato scientifico garantisce la qualità scientifica dei contributi pubblicati. Tutti i contributi destinati alla pubblicazione nella sezione ‘papers’ vengono inviati in forma anonima ad un componente del comitato scientifico, individuato secondo criteri di competenza e di rotazione; la loro pubblicazione presuppone il parere favorevole del valutatore. Il parere favorevole di un membro del comitato scientifico è necessario anche per la pubblicazione di papers a firma di un componente della direzione, della redazione o del comitato scientifico. La direzione si riserva comunque di esercitare un vaglio preliminare sulla qualità scientifica di ciascun contributo proposto per la pubblicazione, sulla congruità delle tematiche affrontate rispetto alla fisionomia della rivista, nonché sull’assenza di contenuti potenzialmente offensivi dei diritti altrui o comunque inappropriati anche solo nelle forme, e di respingere conseguentemente contributi proposti per la pubblicazione che risultino inadeguati rispetto a tali standard, senza sottoporli a valutazione da parte del comitato scientifico. La rivista fa proprio il Code of Conduct and Best Practice Guidelines for Journal Editors elaborato dal COPE (Comittee on Publication Ethics). Ogniqualvolta l’autore di un contributo abbia sostenuto in qualsiasi veste le tesi espresse nel contributo medesimo nell’ambito di un determinato processo o comunque su incarico di una parte (attuale o potenziale) di un processo, ovvero collabori stabilmente con chi si trovi in una delle predette situazioni, il contributo dovrà essere corredato da una dichiarazione preliminare relativa al conflitto di interessi dell’autore. In tale dichiarazione dovranno essere chiaramente indicati il ruolo professionale o le funzioni svolte dall’autore nel processo, nonché la provenienza dell’eventuale incarico professionale. Il lettore può condividere, riprodurre, distribuire, stampare, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, cercare e segnalare tramite collegamento ipertestuale ogni lavoro pubblicato su "Diritto penale contemporaneo", con qualsiasi mezzo e formato, per qualsiasi scopo lecito e non commerciale, nei limiti consentiti dalla licenza Creative Commons - Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia (CC BY-NC 3.0 IT), in particolare conservando l'indicazione della fonte, del logo e del formato grafico originale, nonché dell'autore del contributo. Codice ISSN di “Diritto penale contemporaneo”: 2039-1676 Registrazione presso il Tribunale di Milano, al n. 13 del 18 gennaio 2010.

Diritto penale contemporaneo

CAIANIELLO, MICHELE
In corso di stampa

Abstract

“Diritto penale contemporaneo” è una rivista on line, ad accesso libero e senza fine di lucro, pubblicata a partire dal 1° novembre 2010 e quotidianamente aggiornata, che nasce dall'idea di creare uno spazio di discussione comune tra il mondo degli operatori del diritto penale - magistrati e avvocati - e quello dell'accademia, italiana e internazionale. A partire dal dicembre 2011, a questa rivista si affianca una Rivista trimestrale, parimenti on line e ad accesso gratuito, alla quale è possibile accedere direttamente dall’indirizzo www.penalecontemporaneo.it/rivista/, oppure cliccando sopra l’icona corrispondente nella home page www.penalecontemporaneo.it. Il progetto di “Diritto penale contemporaneo” è nato da un’iniziativa comune di Luca Santa Maria, che ha ideato e finanziato l’iniziativa, e di Francesco Viganò, che è stato sin dalle origini il direttore delle due riviste, nell’ambito di una partnership che ha coinvolto i docenti, ricercatori e giovani cultori della Sezione di Scienze penalistiche del Dipartimento "C. Beccaria" dell’Università degli Studi di Milano. Attualmente le due riviste sono edite dall’Associazione “Diritto penale contemporaneo”, il cui presidente è l’Avv. Santa Maria e il cui direttore scientifico è il Prof. Viganò. La direzione, la redazione e il comitato scientifico delle riviste coinvolgono oggi docenti e ricercatori di numerose altre università italiane e straniere, nonché autorevoli magistrati ed esponenti del foro. Tutte le collaborazioni organizzative ed editoriali sono a titolo gratuito e agli autori non sono imposti costi di elaborazione e pubblicazione. Il comitato scientifico garantisce la qualità scientifica dei contributi pubblicati. Tutti i contributi destinati alla pubblicazione nella sezione ‘papers’ vengono inviati in forma anonima ad un componente del comitato scientifico, individuato secondo criteri di competenza e di rotazione; la loro pubblicazione presuppone il parere favorevole del valutatore. Il parere favorevole di un membro del comitato scientifico è necessario anche per la pubblicazione di papers a firma di un componente della direzione, della redazione o del comitato scientifico. La direzione si riserva comunque di esercitare un vaglio preliminare sulla qualità scientifica di ciascun contributo proposto per la pubblicazione, sulla congruità delle tematiche affrontate rispetto alla fisionomia della rivista, nonché sull’assenza di contenuti potenzialmente offensivi dei diritti altrui o comunque inappropriati anche solo nelle forme, e di respingere conseguentemente contributi proposti per la pubblicazione che risultino inadeguati rispetto a tali standard, senza sottoporli a valutazione da parte del comitato scientifico. La rivista fa proprio il Code of Conduct and Best Practice Guidelines for Journal Editors elaborato dal COPE (Comittee on Publication Ethics). Ogniqualvolta l’autore di un contributo abbia sostenuto in qualsiasi veste le tesi espresse nel contributo medesimo nell’ambito di un determinato processo o comunque su incarico di una parte (attuale o potenziale) di un processo, ovvero collabori stabilmente con chi si trovi in una delle predette situazioni, il contributo dovrà essere corredato da una dichiarazione preliminare relativa al conflitto di interessi dell’autore. In tale dichiarazione dovranno essere chiaramente indicati il ruolo professionale o le funzioni svolte dall’autore nel processo, nonché la provenienza dell’eventuale incarico professionale. Il lettore può condividere, riprodurre, distribuire, stampare, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, cercare e segnalare tramite collegamento ipertestuale ogni lavoro pubblicato su "Diritto penale contemporaneo", con qualsiasi mezzo e formato, per qualsiasi scopo lecito e non commerciale, nei limiti consentiti dalla licenza Creative Commons - Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia (CC BY-NC 3.0 IT), in particolare conservando l'indicazione della fonte, del logo e del formato grafico originale, nonché dell'autore del contributo. Codice ISSN di “Diritto penale contemporaneo”: 2039-1676 Registrazione presso il Tribunale di Milano, al n. 13 del 18 gennaio 2010.
2016
DIRITTO PENALE CONTEMPORANEO
Caianiello, Michele
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/604578
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact