Il presente contributo intende mettere in luce, seppur sommariamente, i principali profili problematici delineati dall'adozione del regolamento n. 2016/369, istitutivo di un supporto di emergenza per gli Stati membri. A questo proposito, si farà anzitutto riferimento alla scelta della base giuridica utilizzata per l’adozione del regolamento in questione (par. 2); in secondo luogo, si prenderanno in considerazione le principali implicazioni relative al coordinamento dello strumento di sostegno con altri meccanismi di assistenza (in kind e finanziaria) attivabili a livello UE, con particolare riferimento al profilo dell’incorporazione dell’assistenza umanitaria nei rapporti interni all’Unione (par. 3). L’analisi si concluderà con alcuni richiami alla tendenza ormai consolidata delle istituzioni sovranazionali a ricorrere a soluzioni emergenziali o, comunque, sui generis per la gestione delle problematiche – o, come si preferisce oggi dire, delle «crisi» – che l’Unione si trova ad affrontare (par. 4); tendenza della quale il regolamento 2016/369 pare essere, alla luce di quanto si evidenzierà nel prosieguo, un esempio paradigmatico.

L’assistenza umanitaria agli Stati membri dell’Unione e la questione migratoria. Osservazioni critiche a margine del Regolamento 2016/369 / Casolari, F.. - STAMPA. - 30:(2017), pp. 9-38.

L’assistenza umanitaria agli Stati membri dell’Unione e la questione migratoria. Osservazioni critiche a margine del Regolamento 2016/369

CASOLARI, FEDERICO
2017

Abstract

Il presente contributo intende mettere in luce, seppur sommariamente, i principali profili problematici delineati dall'adozione del regolamento n. 2016/369, istitutivo di un supporto di emergenza per gli Stati membri. A questo proposito, si farà anzitutto riferimento alla scelta della base giuridica utilizzata per l’adozione del regolamento in questione (par. 2); in secondo luogo, si prenderanno in considerazione le principali implicazioni relative al coordinamento dello strumento di sostegno con altri meccanismi di assistenza (in kind e finanziaria) attivabili a livello UE, con particolare riferimento al profilo dell’incorporazione dell’assistenza umanitaria nei rapporti interni all’Unione (par. 3). L’analisi si concluderà con alcuni richiami alla tendenza ormai consolidata delle istituzioni sovranazionali a ricorrere a soluzioni emergenziali o, comunque, sui generis per la gestione delle problematiche – o, come si preferisce oggi dire, delle «crisi» – che l’Unione si trova ad affrontare (par. 4); tendenza della quale il regolamento 2016/369 pare essere, alla luce di quanto si evidenzierà nel prosieguo, un esempio paradigmatico.
2017
Il diritto in migrazione. Studi sull'integrazione giuridica degli stranieri.
9
38
L’assistenza umanitaria agli Stati membri dell’Unione e la questione migratoria. Osservazioni critiche a margine del Regolamento 2016/369 / Casolari, F.. - STAMPA. - 30:(2017), pp. 9-38.
Casolari, F.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/604391
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact