Il saggio, prendendo e mosse dalla disciplina della "validazione temporale elettronica", prevista dagli artt. 41 e 42 del Regolamento UE n. 910/2014, analizza le questioni connesse alla connotazione temporale nella formazione degli atti giuridici, sia sul piano dell'efficacia probatoria (delle prove documentali) che su quello sostanziale (con riguardo all'impatto che la disciplina presenta sulla categoria di "scrittura privata"). L'analisi viene condotta tenendo conto del rapporto sistematico tra le diverse norme di settore (Regolamento eIDAS, Codice dell'Amministrazione Digitale, DPCM 22.2.2013) e quelle civilcodicistiche (artt. 2704, co. 1; 2709 e 2710; 2215-bis; 1350 c.c.), nel segno della persistente attualità del codice civile anche con riferimento alla disciplina in esame. Quanto agli aspetti di carattere sostanziale, viene considerato l'impatto che la validazione temporale elettronica ha sulla categoria giuridica tradizionale di scrittura privata, alla luce dei riscontrati fenomeni di "gradazione" e "volatilità" delle scritture private elettroniche.

Validazione temporale elettronica

BRAVO, FABIO
2017

Abstract

Il saggio, prendendo e mosse dalla disciplina della "validazione temporale elettronica", prevista dagli artt. 41 e 42 del Regolamento UE n. 910/2014, analizza le questioni connesse alla connotazione temporale nella formazione degli atti giuridici, sia sul piano dell'efficacia probatoria (delle prove documentali) che su quello sostanziale (con riguardo all'impatto che la disciplina presenta sulla categoria di "scrittura privata"). L'analisi viene condotta tenendo conto del rapporto sistematico tra le diverse norme di settore (Regolamento eIDAS, Codice dell'Amministrazione Digitale, DPCM 22.2.2013) e quelle civilcodicistiche (artt. 2704, co. 1; 2709 e 2710; 2215-bis; 1350 c.c.), nel segno della persistente attualità del codice civile anche con riferimento alla disciplina in esame. Quanto agli aspetti di carattere sostanziale, viene considerato l'impatto che la validazione temporale elettronica ha sulla categoria giuridica tradizionale di scrittura privata, alla luce dei riscontrati fenomeni di "gradazione" e "volatilità" delle scritture private elettroniche.
Identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno. Commento al Regolamento UE 910/2014 (a cura di F. Delfini e G. Finocchiaro)
293
324
Bravo, F.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/596895
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact