Farm holidays have given a new appearance to rural territories. Country holidays in villas during the farm work have been a tradition since long; in the ‘70-‘80s of the twentieth century, such form of “rustication” became affordable for the entire social range of urban population. The new tourism vision, reflecting the ecologists’ cultural environment, requires now specific regulatory devices: at the European, national and regional level. In this context, the fate of rural buildings becomes crucial. A research pointed at a guide for the recovery of rural architecture, whose principles are briefly outlined in this paper, tries to model the framework of a cultural anthropology able to revive the competence in building, or in rebuilding.

L’agriturismo ha conferito nuova fisionomia al territorio rurale. Il soggiorno in villa nei mesi dei lavori campestri è una consuetudine di lunga durata; negli anni ’70-80 del Novecento la “villeggiatura” si estende all’intero spettro sociale delle popolazioni urbane. La nuova prospettiva turistica, che risente del clima culturale ecologista, richiede dispositivi normativi specifici europei, nazionali e regionali. In questo contesto, il destino del patrimonio edilizio rurale assume una particolare importanza. Una ricerca per la redazione di una guida al recupero dell’architettura rurale in Toscana, di cui l’articolo presenta sinteticamente i princìpi, tenta di comporre il quadro di una antropologia culturale capace di ricostituire la competenza di edificare, o di riedificare.

Agriturismo. Paesaggi agrari e architettura rurale: indirizzi per la restituzione contemporanea in Toscana

AGOSTINI, ILARIA
2016

Abstract

L’agriturismo ha conferito nuova fisionomia al territorio rurale. Il soggiorno in villa nei mesi dei lavori campestri è una consuetudine di lunga durata; negli anni ’70-80 del Novecento la “villeggiatura” si estende all’intero spettro sociale delle popolazioni urbane. La nuova prospettiva turistica, che risente del clima culturale ecologista, richiede dispositivi normativi specifici europei, nazionali e regionali. In questo contesto, il destino del patrimonio edilizio rurale assume una particolare importanza. Una ricerca per la redazione di una guida al recupero dell’architettura rurale in Toscana, di cui l’articolo presenta sinteticamente i princìpi, tenta di comporre il quadro di una antropologia culturale capace di ricostituire la competenza di edificare, o di riedificare.
Urbanistica per la villeggiatura e per il turismo nel Novecento/Urban planning for holiday time and for tourism in the XXth century
421
430
Ilaria Agostini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/596795
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact