Ovidio traduttore di Arato: i frr. 1-2 Bl.