Poche questioni hanno assunto negli ultimi anni tanta rilevanza come il concetto di border security. La “sicurezza dei confini” ha infatti progressivamente ricoperto un ruolo primario nella definizione delle strategie per la sicurezza interna di vari paesi, portando alla formazione di un curioso paradosso: a fronte del recupero del concetto di “confine” per la sicurezza di un territorio, si assiste a un radicale mutamento della natura e delle modalità di minaccia dello stesso. Non si tratta infatti di tradizionali attacchi militari, ma di sfide e rischi di tipo transazionale, in grado di oltrepassare più o meno agilmente i confini nazionali e coinvolgendo nei loro effetti numerosi territori. Crimine organizzato, terrorismo internazionale e immigrazione illegale sono alcune tra le sfide che pongono più problemi alle tradizionali capacità di controllo degli stati, sfruttando a proprio favore progressi tecnologici legati in particolar modo alla mobilità. Questo capitolo analizzerà la rilevanza della sicurezza dei confini per l’Unione europea e, seguendo l’impostazione del libro, indagherà l’importanza della tematica nelle relazioni con l’Azerbaigian.

Ceccorulli, M. (2013). La "sicurezza dei confini" nelle relazioni tra Unione Europea e Azerbaigian. Roma : Sandro Teti Editore.

La "sicurezza dei confini" nelle relazioni tra Unione Europea e Azerbaigian

CECCORULLI, MICHELA
2013

Abstract

Poche questioni hanno assunto negli ultimi anni tanta rilevanza come il concetto di border security. La “sicurezza dei confini” ha infatti progressivamente ricoperto un ruolo primario nella definizione delle strategie per la sicurezza interna di vari paesi, portando alla formazione di un curioso paradosso: a fronte del recupero del concetto di “confine” per la sicurezza di un territorio, si assiste a un radicale mutamento della natura e delle modalità di minaccia dello stesso. Non si tratta infatti di tradizionali attacchi militari, ma di sfide e rischi di tipo transazionale, in grado di oltrepassare più o meno agilmente i confini nazionali e coinvolgendo nei loro effetti numerosi territori. Crimine organizzato, terrorismo internazionale e immigrazione illegale sono alcune tra le sfide che pongono più problemi alle tradizionali capacità di controllo degli stati, sfruttando a proprio favore progressi tecnologici legati in particolar modo alla mobilità. Questo capitolo analizzerà la rilevanza della sicurezza dei confini per l’Unione europea e, seguendo l’impostazione del libro, indagherà l’importanza della tematica nelle relazioni con l’Azerbaigian.
2013
Azerbaigian e Unione Europea
47
67
Ceccorulli, M. (2013). La "sicurezza dei confini" nelle relazioni tra Unione Europea e Azerbaigian. Roma : Sandro Teti Editore.
Ceccorulli, Michela
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La "sicurezza dei confini" nelle relazioni tra Unione Europea e Azerbaigian.pdf

accesso riservato

Descrizione: scansioni
Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per accesso riservato
Dimensione 3.79 MB
Formato Adobe PDF
3.79 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Contatta l'autore

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/584499
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact