La validità spirituale delle forme