Le Sette lettere di Viel de Saint-Maux contro Vitruvio e a favore di una nuova concezione del "simbolo" rappresentarono un duro atto di accusa contro il vitruvianesimo ancora imperante verso la fine del XVIII secolo. Le idee di Jean Viel sull'infinito simbolico e sul ruolo dell'attività simbolica e dell'allegoria, oltre ad avvicinare le concezioni dell'autore a quelle di alcuni suoi contemporanei come Court de Gébelin, autore dei nove volumi del "Monde primitif", contribuirono a estrapolare l'architettura dal sistema delle Belle Arti e il "simbolo" stesso dal sistema mimetico. Il ruolo del "genio allegorico" di cui egli fu un sostenitore convinto, diede luogo anch'esso ad una visione rinnovata e moderna dell'"arte del costruire". Il libro mostra il ruolo esemplare delle lettere di Jean Viel de Saint-Maux nell'affermare il ruolo conoscitivo svolto dal "simbolo" rispetto all'attività mimetica.

Lettere sull'architettura degli antichi e su quella dei moderni

GALLINGANI, DANIELA
2008

Abstract

Le Sette lettere di Viel de Saint-Maux contro Vitruvio e a favore di una nuova concezione del "simbolo" rappresentarono un duro atto di accusa contro il vitruvianesimo ancora imperante verso la fine del XVIII secolo. Le idee di Jean Viel sull'infinito simbolico e sul ruolo dell'attività simbolica e dell'allegoria, oltre ad avvicinare le concezioni dell'autore a quelle di alcuni suoi contemporanei come Court de Gébelin, autore dei nove volumi del "Monde primitif", contribuirono a estrapolare l'architettura dal sistema delle Belle Arti e il "simbolo" stesso dal sistema mimetico. Il ruolo del "genio allegorico" di cui egli fu un sostenitore convinto, diede luogo anch'esso ad una visione rinnovata e moderna dell'"arte del costruire". Il libro mostra il ruolo esemplare delle lettere di Jean Viel de Saint-Maux nell'affermare il ruolo conoscitivo svolto dal "simbolo" rispetto all'attività mimetica.
9788873953159
Jean-Louis Viel de Saint-Maux
Lettres sur l'Architecture des Anciens, et celle des Modernes, dans lesquelles se trouve développé le génie symbolique qui présida aux monuments de l'Antiquité
D. Gallingani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/57716
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact