Il modello che pone al centro il ruolo del contract farming con grandi imprese collegate al mercato internazionale per stimolare la crescita di un settore di piccoli produttori agricoli "emergenti" in Mozambico è accolto oggi con favore da un'ampia serie di attori sulla scena nazionale e internazionale. In tale contesto, a fronte di un esame delle politiche governative di sviluppo agricolo e lotta alla povertà vengono qui proposti alla discussione alcuni elementi che non sempre si guadagnano un alto profilo nelle analisi: i corsi e ricorsi storici utili a comprendere la specificità delle attuali posizioni sullo sviluppo rurale in Mozambico, la questione del lavoro e le forme di articolazione del potere rispetto a questi fattori. Se infatti non è possibile considerare le possibilità di espansione della piccola e media produzione agricola africana "emergente" senza analizzare la componente dell'impiego del surplus della forza lavoro famigliare a cui essa è legata, molto dipende dai rapporti di potere che si consumano sui meccanismi di controllo di tale surplus di forza lavoro. E in questa prospettiva si possono notare corsi e ricorsi storici che partono dalle forme di potere negoziate sul lavoro forzato in epoca coloniale a quelle innescate dalle attuali opportunità di sviluppo date dagli investimenti internazionali.

Cosa manca ai “produttori emergenti”? Sviluppo rurale, lavoro e potere in Mozambico

TORNIMBENI, CORRADO
2016

Abstract

Il modello che pone al centro il ruolo del contract farming con grandi imprese collegate al mercato internazionale per stimolare la crescita di un settore di piccoli produttori agricoli "emergenti" in Mozambico è accolto oggi con favore da un'ampia serie di attori sulla scena nazionale e internazionale. In tale contesto, a fronte di un esame delle politiche governative di sviluppo agricolo e lotta alla povertà vengono qui proposti alla discussione alcuni elementi che non sempre si guadagnano un alto profilo nelle analisi: i corsi e ricorsi storici utili a comprendere la specificità delle attuali posizioni sullo sviluppo rurale in Mozambico, la questione del lavoro e le forme di articolazione del potere rispetto a questi fattori. Se infatti non è possibile considerare le possibilità di espansione della piccola e media produzione agricola africana "emergente" senza analizzare la componente dell'impiego del surplus della forza lavoro famigliare a cui essa è legata, molto dipende dai rapporti di potere che si consumano sui meccanismi di controllo di tale surplus di forza lavoro. E in questa prospettiva si possono notare corsi e ricorsi storici che partono dalle forme di potere negoziate sul lavoro forzato in epoca coloniale a quelle innescate dalle attuali opportunità di sviluppo date dagli investimenti internazionali.
Sviluppo rurale e povertà in Africa australe. Le sfide del millennio
81
100
Tornimbeni, Corrado
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/574369
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact