Il saggio si incentra sulla cultura astrologica e sul "quotidiano" bolognese del Seicento. Si ricostruiscono esistenze di personaggi altolocati: intellettuali, religiosi, gentildonne, ma anche di anonimi, attraverso una fonte inedita e fino ad ora sconosciuta, e cioè le missive di richiesta di elevazione dell'oroscopo e di rettifica dello stesso inviate agli esperti dell'astrolabio bolognesi, come l'abate Lorenzo Grimaldi, attivo tra Roma e Bologna nel secondo Seicento. Viene fuori un ritratto inedito del rapporto esistente tra la pratica dell'oroscopia e il "genere" della diaristica.

Destini astrali. Diaristica e oroscopia nel XVII secolo: da Giovanni Capponi a Lorenzo Grimaldi

CASALI, ELIDE
2007

Abstract

Il saggio si incentra sulla cultura astrologica e sul "quotidiano" bolognese del Seicento. Si ricostruiscono esistenze di personaggi altolocati: intellettuali, religiosi, gentildonne, ma anche di anonimi, attraverso una fonte inedita e fino ad ora sconosciuta, e cioè le missive di richiesta di elevazione dell'oroscopo e di rettifica dello stesso inviate agli esperti dell'astrolabio bolognesi, come l'abate Lorenzo Grimaldi, attivo tra Roma e Bologna nel secondo Seicento. Viene fuori un ritratto inedito del rapporto esistente tra la pratica dell'oroscopia e il "genere" della diaristica.
Dai cantieri della storia. Liber amicorum per Paolo Prodi
331
342
Casali E.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/57024
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact