Il saggio delinea un percorso archeologico utile a mostrare la gemellarità della nascita della biologia e dell'estetica come saperi moderni, entrambi sorti nel corso del XXVIII secolo. I problemi connessi con la forma e il suo rapporto complesso con la forza (anzitutto vitale) diventano il filo conduttore per ripercorre le tappe di questa doppia genesi, che mostra l'insita dimensione di crisi della "rappresentazione" come precipuo connotato moderno.

Tra estetica e biologia. Archeologia della catastrofe della rappresentazione

MATTEUCCI, GIOVANNI
2016

Abstract

Il saggio delinea un percorso archeologico utile a mostrare la gemellarità della nascita della biologia e dell'estetica come saperi moderni, entrambi sorti nel corso del XXVIII secolo. I problemi connessi con la forma e il suo rapporto complesso con la forza (anzitutto vitale) diventano il filo conduttore per ripercorre le tappe di questa doppia genesi, che mostra l'insita dimensione di crisi della "rappresentazione" come precipuo connotato moderno.
L'estetica e le arti
281
292
Matteucci, Giovanni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/563585
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact