Il capitolo prende in esame la problematica del viaggio e dello spostamento/straniamento nella poetica di Giorgo De Chirico al tempo della Metafisica e oltre, mettendola a confronto con le quasi coeve esperienze dadaiste delle peregrinazioni dadaiste. Il tutto visto come prodromo pittorico e antipittorico delle esperienze del Situazionismo del secondo dopoguerra, alla pratica della deriva ecc, ecc.

Erranze tra Giorgio De Chirico e il Situazionismo

TUSINI, GIAN LUCA
2016

Abstract

Il capitolo prende in esame la problematica del viaggio e dello spostamento/straniamento nella poetica di Giorgo De Chirico al tempo della Metafisica e oltre, mettendola a confronto con le quasi coeve esperienze dadaiste delle peregrinazioni dadaiste. Il tutto visto come prodromo pittorico e antipittorico delle esperienze del Situazionismo del secondo dopoguerra, alla pratica della deriva ecc, ecc.
Viaggi e pellegrinaggi. Storia, estetica, territorio
9
61
RIFLESSI
Tusini, Gian Luca
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/560492
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact