Nell’era della globalizzazione il diritto muta rapidamente nel tempo, ma si uniforma sempre più nello spazio. Si annuncia una nuova rivoluzione: alla pluralità dei diritti nazionali tende a sovrapporsi, quale nuovo diritto universale, una lex mercatoria che cancella le distanze fra il Vecchio e il Nuovo continente, e si apre agli apporti dell’Oriente, preludendo al tramonto dell’egemonia giuridica occidentale. Si manifesta, al tempo stesso una nuova vocazione dei diritti nazionali, non più chiusi entro i confini politici degli Stati, bensì aperti alla competizione, quali modelli fruibili per uno shopping del diritto. Nello specchio del diritto si riflette anche il mutato volto degli Stati, cui, i mercati globali hanno sottratto molte delle loro tradizionali prerogative sovrane e che hanno dovuto riorganizzarsi al loro interno, sicché autorità tecnocratiche hanno preso il posto prima occupato da autorità politiche e discipline contrattuali hanno sostituito fonti normative, mentre il potere giudiziario si è a tal punto separato dagli altri poteri dello Stato, legislativo ed esecutivo, da tendere a configurarsi quale organo di una società civile ormai cosmopolita.

La globalizzazione nello specchio del diritto

GALGANO, FRANCESCO
2005

Abstract

Nell’era della globalizzazione il diritto muta rapidamente nel tempo, ma si uniforma sempre più nello spazio. Si annuncia una nuova rivoluzione: alla pluralità dei diritti nazionali tende a sovrapporsi, quale nuovo diritto universale, una lex mercatoria che cancella le distanze fra il Vecchio e il Nuovo continente, e si apre agli apporti dell’Oriente, preludendo al tramonto dell’egemonia giuridica occidentale. Si manifesta, al tempo stesso una nuova vocazione dei diritti nazionali, non più chiusi entro i confini politici degli Stati, bensì aperti alla competizione, quali modelli fruibili per uno shopping del diritto. Nello specchio del diritto si riflette anche il mutato volto degli Stati, cui, i mercati globali hanno sottratto molte delle loro tradizionali prerogative sovrane e che hanno dovuto riorganizzarsi al loro interno, sicché autorità tecnocratiche hanno preso il posto prima occupato da autorità politiche e discipline contrattuali hanno sostituito fonti normative, mentre il potere giudiziario si è a tal punto separato dagli altri poteri dello Stato, legislativo ed esecutivo, da tendere a configurarsi quale organo di una società civile ormai cosmopolita.
241
8815106006
F. Galgano
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/55051
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact