L'equivoco stravagante - Commento critico