Attraverso uno sguardo fenomenologico il contributo mira a valorizzare la dimensione laboratoriale della formazione, richiamandosi al corpo come realtà, risorsa e strumento di conoscenza. Nello specifico l'attenzione ricade sul gesto consapevole, inteso come espressione integrale di un esercizio formativo che dà vita ad una postura esistenziale: l'autentica effettività dell'esserci.

Educazione attraverso il gesto: autoformazione come capacità di sentirsi, conoscersi, trasformarsi / Casadei, Rita. - STAMPA. - (2015), pp. 573-577.

Educazione attraverso il gesto: autoformazione come capacità di sentirsi, conoscersi, trasformarsi

CASADEI, RITA
2015

Abstract

Attraverso uno sguardo fenomenologico il contributo mira a valorizzare la dimensione laboratoriale della formazione, richiamandosi al corpo come realtà, risorsa e strumento di conoscenza. Nello specifico l'attenzione ricade sul gesto consapevole, inteso come espressione integrale di un esercizio formativo che dà vita ad una postura esistenziale: l'autentica effettività dell'esserci.
2015
Pedagogia militante. Diritti, culture, territori
573
577
Educazione attraverso il gesto: autoformazione come capacità di sentirsi, conoscersi, trasformarsi / Casadei, Rita. - STAMPA. - (2015), pp. 573-577.
Casadei, Rita
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/545622
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact