L'iniziativa si è tenuta il 12 novembre 2007 presso l'Istituto Italiano di Cultura a Parigi, con la partecipazione di Etienne Balibar (professeur émérite à l’Université de Paris X Nanterre), François Matheron (éditeur d’Althusser) e Emmanuel Terray (directeur d’études honoraire à l’EHESS). Al principio di un amore intenso e tormentato, nell’estate del 1961 Althusser è in Romagna, che gli sarà occasione di un altro “incontro” folgorante, quello con Niccolò Machiavelli. In collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi, la città e la Biblioteca Malatestiana di Cesena (del cui Consiglio di Amministrazione sono Presidente), che allora ebbe Althusser tra i suoi visitatori, hanno proposto una nuova riflessione sul senso e la portata ermeneutica di quell’incontro. L’iniziativa si inserisce tra quelle organizzate dalla Biblioteca Malatestiana in seguito al riconoscimento di “Memoire du monde”, del quale è stata recentemente insignita dall’Unesco: in quanto prima biblioteca pubblica e laica d’Europa, gioiello di architettura umanistico-rinascimentale, attenta custode di un prezioso patrimonio di codici medievali, conservatosi intatto nel corso dei secoli.

Un rencontre en Romagna: Machiavel, Althusser et la Biblioteca Malatestiana di Cesena.

CAPORALI, RICCARDO
2007

Abstract

L'iniziativa si è tenuta il 12 novembre 2007 presso l'Istituto Italiano di Cultura a Parigi, con la partecipazione di Etienne Balibar (professeur émérite à l’Université de Paris X Nanterre), François Matheron (éditeur d’Althusser) e Emmanuel Terray (directeur d’études honoraire à l’EHESS). Al principio di un amore intenso e tormentato, nell’estate del 1961 Althusser è in Romagna, che gli sarà occasione di un altro “incontro” folgorante, quello con Niccolò Machiavelli. In collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi, la città e la Biblioteca Malatestiana di Cesena (del cui Consiglio di Amministrazione sono Presidente), che allora ebbe Althusser tra i suoi visitatori, hanno proposto una nuova riflessione sul senso e la portata ermeneutica di quell’incontro. L’iniziativa si inserisce tra quelle organizzate dalla Biblioteca Malatestiana in seguito al riconoscimento di “Memoire du monde”, del quale è stata recentemente insignita dall’Unesco: in quanto prima biblioteca pubblica e laica d’Europa, gioiello di architettura umanistico-rinascimentale, attenta custode di un prezioso patrimonio di codici medievali, conservatosi intatto nel corso dei secoli.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/54298
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact