Analisi delle testimonianze sulle figure e il culto dei santi Marino e Leo, eponimi delle rispettive città site lungo la valle del Marecchia. Le due figure e i testi che li ricordano sono all'origine della regione storica del Montefeltro e della Repubblica di San Marino: dai pochi resti documentari recuperabili dalla tarda antichità e dall'alto medioevo, periodo di formazione delle comunità e delle leggende attorno alle figure dei due santi, si può cogliere non solo l'importanza del culto ma anche un legame con la sponda orientale dell'Adriatico, evocato in forma agiografica nella Vita dei santi, ma presente in molti momenti della storia locale sin dall'antichità romana.

Le figure storiche di san Leo e san Marino

ASSORATI, GIOVANNI
2007

Abstract

Analisi delle testimonianze sulle figure e il culto dei santi Marino e Leo, eponimi delle rispettive città site lungo la valle del Marecchia. Le due figure e i testi che li ricordano sono all'origine della regione storica del Montefeltro e della Repubblica di San Marino: dai pochi resti documentari recuperabili dalla tarda antichità e dall'alto medioevo, periodo di formazione delle comunità e delle leggende attorno alle figure dei due santi, si può cogliere non solo l'importanza del culto ma anche un legame con la sponda orientale dell'Adriatico, evocato in forma agiografica nella Vita dei santi, ma presente in molti momenti della storia locale sin dall'antichità romana.
Arte per mare. Dalmazia, Titano e Montefeltro dal primo Cristianesimo al Rinascimento
16
21
Giovanni Assorati
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/531501
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact