Questo volume viene ad arricchire in maniera considerevole la documentazione storica, di natura quasi prettamente epigrafica, che a partire dall'Ottocento fu pubblicata da illustri ebraisti quali Graziadio Isaia Ascoli e Umberto Cassuto, le cui letture furono riprese e arricchite dall'indefesso lavoro del caro e compianto Cesare Colafemmina, che con la sua ricerca negli archivi offrì un inedito e importantissimo contesto nel quale inserire le lapidi e i testi incisi nei marmi, spesso reperiti completamente decontestualizzati oppure salvatisi come materiale edile da riuso.

A Bari e Venosa: poesia per Cesare Colafemmina

PERANI, MAURO
2014

Abstract

Questo volume viene ad arricchire in maniera considerevole la documentazione storica, di natura quasi prettamente epigrafica, che a partire dall'Ottocento fu pubblicata da illustri ebraisti quali Graziadio Isaia Ascoli e Umberto Cassuto, le cui letture furono riprese e arricchite dall'indefesso lavoro del caro e compianto Cesare Colafemmina, che con la sua ricerca negli archivi offrì un inedito e importantissimo contesto nel quale inserire le lapidi e i testi incisi nei marmi, spesso reperiti completamente decontestualizzati oppure salvatisi come materiale edile da riuso.
Archivi per la storia degli ebrei in Puglia. catalogazione delle fonti ebraiche e regesti dei documenti nelle trascrizioni di Cesare Colafemmina
11
13
Mauro Perani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/525301
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact