A Bari e Venosa: poesia per Cesare Colafemmina