Il neutralismo italiano alla vigilia della I guerra mondiale viene visto attraverso la sua componente fisica e popolare la cui presenza è stata molto più rilevante di quanto messo in luce sino ad oggi dalla storiografia. L'analisi delle attività della piazza nei 10 mesi che vanno dall'agosto 1914 al maggio 1915 per evitare la decisione dell'ingresso in guerra dell'Italia. La composita natura e le rigide divisioni tra le culture neutraliste ha impedito di dare una voce politica unitaria a questo movimento.

Dalla preghiera al tumulto: un'eccedenza alla ricerca della politica

CAMMARANO, FULVIO
2015

Abstract

Il neutralismo italiano alla vigilia della I guerra mondiale viene visto attraverso la sua componente fisica e popolare la cui presenza è stata molto più rilevante di quanto messo in luce sino ad oggi dalla storiografia. L'analisi delle attività della piazza nei 10 mesi che vanno dall'agosto 1914 al maggio 1915 per evitare la decisione dell'ingresso in guerra dell'Italia. La composita natura e le rigide divisioni tra le culture neutraliste ha impedito di dare una voce politica unitaria a questo movimento.
2015
Abbasso la guerra! Neutralisti in piazza alla vigilia della Prima guerra mondiale
1
16
Cammarano, Fulvio
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/516156
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact