approfondita conoscenza della epidemiologia molecolare delle infezioni associate agli impianti da batteri opportunisti, l'obiettivo principale del progetto sarà lo sviluppo di nuove strategie molecolari e geniche per il controllo di tali infezioni. L'epidemiologia molecolare comprenderà: (a) la ribotipizzazione degli isolati clinici da infezioni periprotesiche per individuare i ribotipi particolarmente virulenti; (b) la caratterizzazione genica dell'antibioticoresistenza e dei fenomeni di multiresistenza, in eventuale associazione con la presenza di trasposoni; (c) lo studio della produzione del biofilm da parte delle diverse specie opportuniste, per una migliore conoscenza del biofilm a livello molecolare (ruolo delle proteine LPXTG, Pls, SasG e Aap nella formazione dei legami cellula-cellula nel biofilm) e ultrastrutturale (TEM, SEM e FEISEM). Lo sviluppo di nuove strategie molecolari e geniche comprenderà: (a) la progettazione di superfici capaci di inibire la colonizzazione microbica e la produzione di biofilm, basati sull'adsorbimento o l'incorporazione, in matrici polimeriche dotate di idonei gruppi funzionali, di sostanze disgreganti il biofilm; (b) la caratterizzazione immunologica di Aap, SasG e Pls e loro potenziale uso come vaccini; lo sviluppo di anticorpi monoclonali verso Aap, SasG e Pls e lo studio del loro impiego in saggi immunodiagnostici; (c) la progettazione e l'applicazione sperimentale di peptidi-nucleotidi antisenso (PNAs) per inattivare i geni della produzione del biofilm (e i loro geni regolatori) o i meccanismi di "quorum sensing", o i geni dell'antibiotico-resistenza; lo studio della possibilità di rivestimento di superfici di biomateriali con PNAs

Batteri opportunisti nelle infezioni associate agli impianti ortopedici. Nuove strategie di terapia genica e molecolare

ARCIOLA, CARLA RENATA
2007

Abstract

approfondita conoscenza della epidemiologia molecolare delle infezioni associate agli impianti da batteri opportunisti, l'obiettivo principale del progetto sarà lo sviluppo di nuove strategie molecolari e geniche per il controllo di tali infezioni. L'epidemiologia molecolare comprenderà: (a) la ribotipizzazione degli isolati clinici da infezioni periprotesiche per individuare i ribotipi particolarmente virulenti; (b) la caratterizzazione genica dell'antibioticoresistenza e dei fenomeni di multiresistenza, in eventuale associazione con la presenza di trasposoni; (c) lo studio della produzione del biofilm da parte delle diverse specie opportuniste, per una migliore conoscenza del biofilm a livello molecolare (ruolo delle proteine LPXTG, Pls, SasG e Aap nella formazione dei legami cellula-cellula nel biofilm) e ultrastrutturale (TEM, SEM e FEISEM). Lo sviluppo di nuove strategie molecolari e geniche comprenderà: (a) la progettazione di superfici capaci di inibire la colonizzazione microbica e la produzione di biofilm, basati sull'adsorbimento o l'incorporazione, in matrici polimeriche dotate di idonei gruppi funzionali, di sostanze disgreganti il biofilm; (b) la caratterizzazione immunologica di Aap, SasG e Pls e loro potenziale uso come vaccini; lo sviluppo di anticorpi monoclonali verso Aap, SasG e Pls e lo studio del loro impiego in saggi immunodiagnostici; (c) la progettazione e l'applicazione sperimentale di peptidi-nucleotidi antisenso (PNAs) per inattivare i geni della produzione del biofilm (e i loro geni regolatori) o i meccanismi di "quorum sensing", o i geni dell'antibiotico-resistenza; lo studio della possibilità di rivestimento di superfici di biomateriali con PNAs
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/51134
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact