Quali problemi, quali strumenti e quali tecniche di rappresentazione e di produzione del progetto usa oggi il design di prodotto? Quali tematiche e quali soluzioni propongono le tecnologie digitali nell’era del visual computing? Nonostante le grandi possibilità tecnologiche, infatti manca oggi una filosofia del processo di produzione del progetto basata completamente su sistemi digitali oltre il semplice software e il suo immediato uso. Occorre allora sviluppare un piano operativo su queste problematiche e per questo contesto, al fine di fornire risposte che non siano proprie del costruttore di strumenti, né dell’informatico, ma dell’utente che, infine recuperata la sua dimensione fondamentale, torni a possedere un metodo di lavoro semplice ed efficiente, similmente a quanto avveniva disponendo solo del foglio di carta come supporto primario del progetto, ma capace di risolvere tutte quelle situazioni che questo non era in grado di affrontare con efficacia. A questi interrogativi si propone di dare risposta il volume La rappresentazione riconfigurata - un viaggio lungo il processo di produzione del progetto di disegno industriale, ultimo di una serie di cinque testi scritti dal medesimo gruppo che costituiscono un tentativo di affrontare anche il tema di fondo: che cos’è un manuale alle soglie del terzo millennio, e soprattutto come può articolarsi un manuale che si occupa di argomenti il cui corpus è in continua evoluzione? Si tratta di un tema editoriale collegato ad una tipologia di letteratura scientifica, tecnica e divulgativa che presenta radici profonde nella cultura politecnica ed editoriale milanese e che, oggi, secondo me si trova in grande crisi di identità per l’avvento delle edizioni elettroniche e del web, ma che reputo possa ancora porsi quale supporto didattico, in senso lato, indispensabile. Il testo La rappresentazione riconfigurata si propone dunque di analizzare la dimensione esecutiva del disegnare e cercare di comprendere in che modo il sistema metodologico di produzione del progetto sia evoluto con l’introduzione del visual computing e infine quali metodi e tecniche più appropriati in funzione di determinati problemi rappresentativi. Il grande tema di sfondo è quello della strumentazione e dei metodi di rappresentazione del progetto. In particolare il lavoro si occupa proprio del processo di produzione del progetto di disegno industriale, focalizzandosi su quelle fasi che oggi sono svolte in modo meccanicistico con risultati spesso sommari o presentano lacune operative determinanti. Il centro dell’attenzione è sulle metodologie che utilizzano modelli tridimensionali digitali sia nella trasformazione di modelli tridimensionali fisici in modelli tridimensionali digitali modificabili, sia nell’utilizzo di questi ultimi nella loro dimensione percettiva per trarne quella di sistema misurabile e replicabile. Un ulteriore contributo è dato nell’individuazione di metodi di produzione di modelli tridimensionali CAD con approcci misti, rispetto a quelli esposti nella trattazione dello stato dell’arte.

La rappresentazione riconfigurata: un viaggio lungo il processo di produzione del progetto di disegno industriale,

GAIANI, MARCO;
2006

Abstract

Quali problemi, quali strumenti e quali tecniche di rappresentazione e di produzione del progetto usa oggi il design di prodotto? Quali tematiche e quali soluzioni propongono le tecnologie digitali nell’era del visual computing? Nonostante le grandi possibilità tecnologiche, infatti manca oggi una filosofia del processo di produzione del progetto basata completamente su sistemi digitali oltre il semplice software e il suo immediato uso. Occorre allora sviluppare un piano operativo su queste problematiche e per questo contesto, al fine di fornire risposte che non siano proprie del costruttore di strumenti, né dell’informatico, ma dell’utente che, infine recuperata la sua dimensione fondamentale, torni a possedere un metodo di lavoro semplice ed efficiente, similmente a quanto avveniva disponendo solo del foglio di carta come supporto primario del progetto, ma capace di risolvere tutte quelle situazioni che questo non era in grado di affrontare con efficacia. A questi interrogativi si propone di dare risposta il volume La rappresentazione riconfigurata - un viaggio lungo il processo di produzione del progetto di disegno industriale, ultimo di una serie di cinque testi scritti dal medesimo gruppo che costituiscono un tentativo di affrontare anche il tema di fondo: che cos’è un manuale alle soglie del terzo millennio, e soprattutto come può articolarsi un manuale che si occupa di argomenti il cui corpus è in continua evoluzione? Si tratta di un tema editoriale collegato ad una tipologia di letteratura scientifica, tecnica e divulgativa che presenta radici profonde nella cultura politecnica ed editoriale milanese e che, oggi, secondo me si trova in grande crisi di identità per l’avvento delle edizioni elettroniche e del web, ma che reputo possa ancora porsi quale supporto didattico, in senso lato, indispensabile. Il testo La rappresentazione riconfigurata si propone dunque di analizzare la dimensione esecutiva del disegnare e cercare di comprendere in che modo il sistema metodologico di produzione del progetto sia evoluto con l’introduzione del visual computing e infine quali metodi e tecniche più appropriati in funzione di determinati problemi rappresentativi. Il grande tema di sfondo è quello della strumentazione e dei metodi di rappresentazione del progetto. In particolare il lavoro si occupa proprio del processo di produzione del progetto di disegno industriale, focalizzandosi su quelle fasi che oggi sono svolte in modo meccanicistico con risultati spesso sommari o presentano lacune operative determinanti. Il centro dell’attenzione è sulle metodologie che utilizzano modelli tridimensionali digitali sia nella trasformazione di modelli tridimensionali fisici in modelli tridimensionali digitali modificabili, sia nell’utilizzo di questi ultimi nella loro dimensione percettiva per trarne quella di sistema misurabile e replicabile. Un ulteriore contributo è dato nell’individuazione di metodi di produzione di modelli tridimensionali CAD con approcci misti, rispetto a quelli esposti nella trattazione dello stato dell’arte.
336
888798185X
F.Brevi; N.Ceccarelli; M.Gaiani; G.Guidi; L.L.Micoli; A.Pignatel; M.Russo
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/50188
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact