Descrizione Il materiale oggetto dell’invenzione è un nuovo ibrido organico-inorganico nanostrutturato opaco sia ai raggi-X che alla radiazione ultravioletta. Gli ibridi organici- inorganici sono materiali innovativi e versatili costituiti da una fase polimerica contente particelle di ossido inorganico disperse. Questi materiali combinano la flessibilità e bassa densità dei polimeri con la durezza e la stabilità termica e chimica tipiche della fase inorganica. Tali composti presentano proprietà del tutto peculiari legate alla presenza di domini inorganici di dimensione nanometrica connessi alla matrice organica (polimerica) tramite legami forti. La metodologia di sintesi descritta nel brevetto, che prevede la sintesi in situ della fase inorganica, garantisce una distribuzione omogenea dei nano-domini di ossido. Si risolve così il noto e difficile problema della efficiente dispersione del componente inorganico che caratterizza la fabbricazione dei nanocompositi tradizionali. L’invenzione fornisce materiali radiopachi e UV-absorbing (due proprietà associate alla fase inorganica) la cui nano struttura garantisce totale trasparenza alla luce visibile. Tali materiali hanno buone proprietà meccaniche che li rendono idonei ad applicazioni come ricoprimenti flessibili. La peculiare struttura dell’ibrido organico-inorganico conferisce al materiale proprietà totalmente diverse rispetto a quelle di una fase puramente inorganica. Tali ricoprimenti possono essere applicati efficacemente sia a fibre e a tessuti in fase di finissaggio, per la produzione di Personal Protective Equipment (PPE), che alle superfici più varie quali vetro, metalli, ceramiche e plastiche nei confronti delle quali mostrano ottime caratteristiche di adesione. Le proprietà fisico-meccaniche del ricoprimento possono essere adattate alle specifiche esigenze di applicazione mediante una scelta opportuna dei componenti polimerico e inorganico e del loro rispettivo rapporto all’interno dell’ibrido. Inoltre, le funzionalità conferite all’ibrido dal costituente inorganico possono essere ulteriormente arricchite da funzionalità aggiuntive introdotte da additivi specifici aggiunti in fase di sintesi. L’approccio del brevetto alla produzione di un ricoprimento protettivo per le radiazioni X e UV si basa sull’uso di procedure sintetiche ben note, che consentono la deposizione di un sottile strato coprente utilizzando le cosiddette wet chemical techniques (dip coating, spin coating, spay coating, ecc). Keywords transparency; UV-protection; protective garments; traceable biomedical device; radiopaque light-transparent coating

Ibrido organico-inorganico radiopaco che comprende un ossido inorganico e un polimero

SCANDOLA, MARIASTELLA;MAZZOCCHETTI, LAURA
2007

Abstract

Descrizione Il materiale oggetto dell’invenzione è un nuovo ibrido organico-inorganico nanostrutturato opaco sia ai raggi-X che alla radiazione ultravioletta. Gli ibridi organici- inorganici sono materiali innovativi e versatili costituiti da una fase polimerica contente particelle di ossido inorganico disperse. Questi materiali combinano la flessibilità e bassa densità dei polimeri con la durezza e la stabilità termica e chimica tipiche della fase inorganica. Tali composti presentano proprietà del tutto peculiari legate alla presenza di domini inorganici di dimensione nanometrica connessi alla matrice organica (polimerica) tramite legami forti. La metodologia di sintesi descritta nel brevetto, che prevede la sintesi in situ della fase inorganica, garantisce una distribuzione omogenea dei nano-domini di ossido. Si risolve così il noto e difficile problema della efficiente dispersione del componente inorganico che caratterizza la fabbricazione dei nanocompositi tradizionali. L’invenzione fornisce materiali radiopachi e UV-absorbing (due proprietà associate alla fase inorganica) la cui nano struttura garantisce totale trasparenza alla luce visibile. Tali materiali hanno buone proprietà meccaniche che li rendono idonei ad applicazioni come ricoprimenti flessibili. La peculiare struttura dell’ibrido organico-inorganico conferisce al materiale proprietà totalmente diverse rispetto a quelle di una fase puramente inorganica. Tali ricoprimenti possono essere applicati efficacemente sia a fibre e a tessuti in fase di finissaggio, per la produzione di Personal Protective Equipment (PPE), che alle superfici più varie quali vetro, metalli, ceramiche e plastiche nei confronti delle quali mostrano ottime caratteristiche di adesione. Le proprietà fisico-meccaniche del ricoprimento possono essere adattate alle specifiche esigenze di applicazione mediante una scelta opportuna dei componenti polimerico e inorganico e del loro rispettivo rapporto all’interno dell’ibrido. Inoltre, le funzionalità conferite all’ibrido dal costituente inorganico possono essere ulteriormente arricchite da funzionalità aggiuntive introdotte da additivi specifici aggiunti in fase di sintesi. L’approccio del brevetto alla produzione di un ricoprimento protettivo per le radiazioni X e UV si basa sull’uso di procedure sintetiche ben note, che consentono la deposizione di un sottile strato coprente utilizzando le cosiddette wet chemical techniques (dip coating, spin coating, spay coating, ecc). Keywords transparency; UV-protection; protective garments; traceable biomedical device; radiopaque light-transparent coating
RM2007A000245
M. Scandola; L. Mazzocchetti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/48737
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact