Risparmio dei lavoratori e contrattazione in un modello di capitalismo come gioco differenziale