Il dibattito sui cambiamenti del servizio sociale nel processo di regionalizzazione delle politiche sociali mette in evidenza un mutamento di scenario teorico. La formulazione istituzionale dei piani di zona può costituire un momento innovativo e centrale di una strategia mirata alla specificità locale dei bisogni. Tuttavia, partendo dai piani di zona fino alle forme più dirette di partecipazione, l’impalcatura del welfare viene messa globalmente in discussione e l’assistente sociale si trova a dover fare i conti con una serie di normative, di scelte giuridiche, di sperimentazioni e di approcci che mettono in crisi i ruoli tradizionali, ma nello stesso tempo delineano nuove attività e obiettivi nell’ambito di una emergente politica di interventi. I contributi riportati nel volume si riferiscono a un’analisi nazionale che ha messo in evidenza nelle diverse aree – Bologna, Catania, Macerata, Napoli, Sassari, Siena, Trento, Trieste – differenziate ipotesi di intervento del lavoro sociale, in relazione al processo di regionalizzazione dei servizi. Il lavoro del servizio sociale viene qui esaminato, con riferimento a diversi piani di analisi, nel rapporto con i politici, i tecnici, i cittadini, il terzo settore ed il mercato. Emergono con forza sia una nuova prospettiva di indagine, sia nuovi obiettivi che riconducono l’assistente sociale ad un duro lavoro di conoscenza e di rilevazione dei bisogni della comunità locale. In ragione di ciò, diventa determinante la padronanza di tecniche e competenze comunicative innovative, in un diverso approccio al cittadino ed ai suoi bisogni.

Di quale zona parlano i piani: applicazione della 328/2000, territorio e servizio sociale / G. Pieretti. - STAMPA. - (2006), pp. 23-32.

Di quale zona parlano i piani: applicazione della 328/2000, territorio e servizio sociale

PIERETTI, GIOVANNI
2006

Abstract

Il dibattito sui cambiamenti del servizio sociale nel processo di regionalizzazione delle politiche sociali mette in evidenza un mutamento di scenario teorico. La formulazione istituzionale dei piani di zona può costituire un momento innovativo e centrale di una strategia mirata alla specificità locale dei bisogni. Tuttavia, partendo dai piani di zona fino alle forme più dirette di partecipazione, l’impalcatura del welfare viene messa globalmente in discussione e l’assistente sociale si trova a dover fare i conti con una serie di normative, di scelte giuridiche, di sperimentazioni e di approcci che mettono in crisi i ruoli tradizionali, ma nello stesso tempo delineano nuove attività e obiettivi nell’ambito di una emergente politica di interventi. I contributi riportati nel volume si riferiscono a un’analisi nazionale che ha messo in evidenza nelle diverse aree – Bologna, Catania, Macerata, Napoli, Sassari, Siena, Trento, Trieste – differenziate ipotesi di intervento del lavoro sociale, in relazione al processo di regionalizzazione dei servizi. Il lavoro del servizio sociale viene qui esaminato, con riferimento a diversi piani di analisi, nel rapporto con i politici, i tecnici, i cittadini, il terzo settore ed il mercato. Emergono con forza sia una nuova prospettiva di indagine, sia nuovi obiettivi che riconducono l’assistente sociale ad un duro lavoro di conoscenza e di rilevazione dei bisogni della comunità locale. In ragione di ciò, diventa determinante la padronanza di tecniche e competenze comunicative innovative, in un diverso approccio al cittadino ed ai suoi bisogni.
2006
I territori del welfare. Servizi sociali, regionalizzazione e geranzie
23
32
Di quale zona parlano i piani: applicazione della 328/2000, territorio e servizio sociale / G. Pieretti. - STAMPA. - (2006), pp. 23-32.
G. Pieretti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/43205
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact