Cianfrusaglie del passato è una biografia di Wisława Szymborska, premio Nobel per la letteratura 1996, nella quale la voce narrante delle autrici, due tra le migliori firme del giornalismo colto polacco, si intreccia con le testimonianze di chi l’ha conosciuta e con numerosi brani tratti da conversazioni inedite con la poetessa stessa. La vita schiva della Szymborska si illumina di una gran quantità di dettagli, molte poesie rivelano lo spunto di pensiero che le ha generate, lo sfondo storico e soprattutto la personalità della poetessa emergono in piena evidenza da aneddoti e documenti citati. L’ambiente familiare, le letture, i giochi e le paure dell’infanzia, la vita nel “kolchoz dei letterati” di Cracovia e la giovanile adesione all’idea comunista, la rapida disillusione, il distacco e poi la simpatia per “Solidarność” negli anni Ottanta, lo spartiacque del Nobel sono ricostruiti con una meticolosità brillantemente bilanciata dall’attenzione rivolta all’aspetto leggero e ludico del suo carattere, alla sua predilezione per il kitsch, alla sua passione per la poesia umoristica, che coltivava assiduamente e della quale vengono forniti molti esempi sin qui inediti in Italia, paese nel quale la sua poesia gode di una fortuna di pubblico senza eguali al di fuori della Polonia. Le autrici, in collaborazione con il curatore e traduttore, hanno aggiunto a questa edizione numerose pagine appositamente scritte per il lettore italiano in cui si dà conto di tale fortuna.

Cianfrusaglie del passato. La vita di Wislawa Szymborska

CECCHERELLI, ANDREA
2015

Abstract

Cianfrusaglie del passato è una biografia di Wisława Szymborska, premio Nobel per la letteratura 1996, nella quale la voce narrante delle autrici, due tra le migliori firme del giornalismo colto polacco, si intreccia con le testimonianze di chi l’ha conosciuta e con numerosi brani tratti da conversazioni inedite con la poetessa stessa. La vita schiva della Szymborska si illumina di una gran quantità di dettagli, molte poesie rivelano lo spunto di pensiero che le ha generate, lo sfondo storico e soprattutto la personalità della poetessa emergono in piena evidenza da aneddoti e documenti citati. L’ambiente familiare, le letture, i giochi e le paure dell’infanzia, la vita nel “kolchoz dei letterati” di Cracovia e la giovanile adesione all’idea comunista, la rapida disillusione, il distacco e poi la simpatia per “Solidarność” negli anni Ottanta, lo spartiacque del Nobel sono ricostruiti con una meticolosità brillantemente bilanciata dall’attenzione rivolta all’aspetto leggero e ludico del suo carattere, alla sua predilezione per il kitsch, alla sua passione per la poesia umoristica, che coltivava assiduamente e della quale vengono forniti molti esempi sin qui inediti in Italia, paese nel quale la sua poesia gode di una fortuna di pubblico senza eguali al di fuori della Polonia. Le autrici, in collaborazione con il curatore e traduttore, hanno aggiunto a questa edizione numerose pagine appositamente scritte per il lettore italiano in cui si dà conto di tale fortuna.
9788845929557
Anna Bikont, Joanna Szczesna
Pamiatkowe rupiecie. Biografia Wislawy Szymborskiej
Ceccherelli, Andrea
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/431768
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact